DIGIPEDIA

La digital transformation nei musei italiani

Intervista a Nicolette Mandarano, storica dell’arte e docente di Comunicazione multimediale delle istituzioni museali

 

 

“Monitoro costantemente feedback e recensioni in merito alle gallerie nazionali lasciati sui canali social e sulla piattaforma Tripadvisor perché sono importanti luoghi di ascolto e spesso permettono di accorgersi di cose che si danno per scontate, o che semplicemente non si vedono, e che invece sono importanti per il visitatore“. Lo afferma ai microfoni di Radio Activa Nicolette Mandarano, storica dell’arte, docente di Comunicazione multimediale delle istituzioni museali, in libreria con “Musei e media digitali” (Carocci, 2019).

 

 

Ascolta anche: Come trasformare le idee in business. Intervista a Giacomo Lucarini, digital content creator

 

 

Mandarano è storica dell’arte, da anni si occupa di comunicazione digitale per le istituzioni culturali ed è Digital Media Curator presso le Gallerie Nazionali Barberini Corsini. Già docente a contratto di Informatica applicata ai beni culturali presso il Dipartimento di Storia dell’Arte dell’Università di Roma “La Sapienza”, Mandarano oggi insegna in diverse università e master universitari occupandosi di Comunicazione multimediale delle istituzioni museali e di Comunicazione dei beni culturali attraverso i social media.

 

Insieme a Francesco Landi, direttore Sales & Marketing di React Consulting – Gruppo Activa, la professoressa ha parlato di digital transformation nei musei italiani, del rapporto tra istituzioni culturali e media digitali e degli strumenti utili a intensificare il dialogo con i visitatori.

 

Sabrina Colandrea

 

 

Ospite

Nicolette Mandarano

Nicolette Mandarano è una storica dell’arte. Si occupa di comunicazione digitale per le istituzioni culturali e attualmente ricopre il ruolo di Digital Media Curator per le gallerie nazionali d’arte antica di Roma Barberini e Corsini. Negli anni ha condotto diverse ricerche sul pittore Alessandro Turchi, detto l'Orbetto, e si è occupata di collezionismo seicentesco. Dal 1998 coordina il progetto Iconos sulle Metamorfosi di Ovidio. È stata docente di Informatica applicata ai beni culturali presso il dipartimento di Storia dell’Arte dell’Università La Sapienza di Roma e tuttora insegna in diverse università e master, occupandosi prevalentemente di Comunicazione multimediale delle istituzioni museali e di Comunicazione dei beni culturali attraverso i social media. Sul rapporto tra web e musei ha scritto “Il marketing culturale nell’era del web 2.0. - Come la comunità virtuale valuta i musei”, edito da Guaraldi. Nel 2017 ha pubblicato, per i tipi di Skira, “Comunicare il museo oggi - Dalle scelte museologiche al digitale”, seguito, a distanza di due anni, da “Musei e media digitali” (Carocci, 2019).

POTREBBERO INTERESSARTI

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore