FRIDAY CHILL SESSION

Poesia italiana a massimo volume: la relazione tra parola e musica nel panorama italiano

Benvenuti in una nuova Friday Chill Session condotta come sempre da Pierluigi Vacca. Il nostro speaker in questa puntata ci parla della relazione tra parola e musica, in particolare nel panorama italiano.

 

Questa relazione, spiegata magistralmente da Alessia Arena in un articolo sul sito della Treccani, è senza dubbio una delle più durature nella storia delle diverse forme di espressione artistica.

La parola, sia nelle culture occidentali sia in quelle orientali, ha assunto da sempre un valore quasi sacrale; nondimeno, anche la musica ha sempre avuto un’accezione “divina” per i vari popoli nel corso dei secoli. Ciò che maggiormente accomuna parole e musica per natura è la comune espressione attraverso i suoni, “che si armonizzano in equilibri ritenuti efficaci non solo da linguisti, musicologi e altri addetti ai lavori, ma anche dal più profano ascoltatore, dotato del solo, ma bastevole dono dell’udito”.

 

Ascolta anche: Squilli di protesta: parole e musica per la Libertà

 

Se in ambito letterario il genere che è riuscito maggiormente a esprimere questa relazione è senza dubbio la poesia, per quanto riguarda il panorama musicale italiano, possiamo dire lo stesso del cantautorato. Infatti, nel corso del Secolo scorso, sulla scia della grande tradizione letteraria, “in Italia si sono affermati numerosi cantautori, riconosciuti dal pubblico come veri e propri poeti per la profondità o l’originalità delle immagini e delle soluzioni artistico-linguistiche offerte dai testi delle loro canzoni. Nel contempo, altrettanti poeti hanno scelto di prestare la propria opera alla canzone”.

Per approfondire questa relazione rimandiamo all’articolo; mentre, se volete ripercorrere la storia del grande cantautorato italiano, non vi resta che ascoltare il podcast!

T. Sharon Vani

 

 

Tracklist della puntata:

01) Renato Zero – Il Carrozzone;
02) Fabrizio De Andrè – Hotel Supramonte;
03) Claudio Baglioni – Tamburi Lontani;
04) Lucio Dalla – Futura;
05) Roberto Vecchioni – Il Cielo Capovolto (Ultimo Canto di Saffo);
06) Gino Paoli – Quattro Amici;
07) Loredana Bertè – Non sono una Signora;
08) Vasco Rossi – Vita Spericolata;
09) Giuni Russo – Il Sole di Austerlitz;
10) Franco Battiato – E ti Vengo a Cercare;
11) Cristina Donà – Universo;
12) Vinicio Capossela – Con una Rosa;
13) Francesco De Gregori – Pezzi di Vetro + Brunori SAS – La Vita Pensata;
14) Pino Daniele – Annarè + C.S.I. – Annarella;
15) Lucio Battisti – Ecco i Negozi;
16) Elisa (ft. Carmen Consoli) – Promettimi;
17) Marlene Kuntz – Canzone Ecologica;
18) Paolo Benvegnù – Divisionisti;
19) Niccolò Fabi – Una Somma di Piccole Cose;
20) Fiorella Mannoia – Il Fiume e la Nebbia;
21) Massimo Volume – Le Nostre Ore Contate.

Ospite

POTREBBERO INTERESSARTI

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore