MACHINE MUSIC

The Dark Side of the Moon: il concept album immortale

Se poteste portare solo 3 album musicali in un’isola deserta, quali scegliereste? Nella top 3 del nostro Antonio Mazzotta, c’è sicuramente il più grande Concept Album della storia della musica

 

Oggi #FormatNelFormat per la nuova puntata di Machine Music, parleremo di Concept Album e di quanto alcuni di loro siano riusciti a influenzare interi generi musicali. Ma cosa si intende per “concept album”?

Normalmente si tratta di un album che esprime un pensiero e tratta un solo argomento per tutte le tracce dell’album; ma non solo: si può anche concepire un album in cui tutte le canzoni costituiscono l’ossatura di una vera e propria trama – sviluppando complessivamente una storia. Oltre ai componimenti, infatti, quando si dà vita a questo genere di album si considera ogni suo aspetto, partendo proprio dall’immagine di copertina, che contribuisce a rendere percepibile l’unità di senso espressa dai brani.

Il concept album è una formula è decisamente diffusa e utilizzata soprattutto nel rock (diventando anche un tratto distintivo della musica prog), ma la si ritrova anche in altri generi come il jazz e l’hip hop.

 

Ascolta anche: Quando il Remix è meglio dell’Originale

 

In questa prima puntata parleremo del viaggio musicale più affascinante nella mente umana mai concepito. Esistono i grandi album, e poi esiste The Dark Side of the Moon (1973) dei Pink Floyd. Un disco nel quale i brani sono omogenei sia nei temi sia nelle atmosfere, ma tutte dotate di personalità unica.

Infatti, queste canzoni affrontano una grande vastità di temi, dalle malattie mentali alla cupidigia, passando per l’esistenzialismo che domina all’interno di tutte le tracce. Si parla di ricchezza ( con Money), di guerra (con Us and Them), ma anche di follia (con Brain Damage). «Dark Side è stato il nostro primo album con un tema vero e proprio», ha detto Roger Waters. 

Ma basta spoiler: ascolta il podcast e lasciati trasportare dalle canzoni più iconiche di questa band eccezionale.

Sharon Vani

 

 

Ospite

POTREBBERO INTERESSARTI

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore