ED È SUBITO SIRI

AI Journey

Dalla Coalition for Critical Technology alla “Farewell to Research”

 

L’ultimo episodio di Ed è subito Siri della seconda stagione di Radio Activa. In questa puntata il nostro Dott. Michele Stingo farà un recap degli argomenti trattati fino ad ora: parleremo dell’utilizzo e dello sviluppo delle intelligenze artificiali nel campo della Giustizia, dell’Istruzione, dell’Arte e molto altro, cercando di fare anche degli esempi connessi all’attualità.

 

Per esempio: Negli Stati Uniti le proteste per i diritti degli afroamericani e delle minoranze, dopo il caso George Floyd, hanno rimesso al centro del dibattito anche le tecnologie di riconoscimento facciale e intelligenza artificiale. Accusate, ora di nuovo ma con inedita forza, di favorire discriminazioni sociali, razzismo, perché prendono di mira i sospetti criminali sulla base del colore della pelle.

 

Ascolta anche: I Can’t Breathe

 

Tanto che Microsoft, IBM e Amazon sono arrivate a negare l’uso dei loro sistemi di riconoscimento facciale da parte delle forze dell’ordine statunitensi, temporaneamente, nell’attesa di norme più tutelanti relative a questa tecnologia. C’è anche un caso interessante all’interno della comunità scientifica, poiché molti ricercatori stanno chiedendo ai colleghi di non pubblicare più studi in merito al binomio AI -analisi del crimine. Questa coalizione di ricercatori si chiama Coalition for Critical Technology. Curioso di scoprire le loro motivazioni?

Tatiana Sharon Vani

 

 

Ospite

Maurizio Zazzaro

Dopo 22 anni trascorsi in Microsoft, Maurizio Zazzaro ha avviato la sua attività imprenditoriale nel settore delle calzature. Ex Regional Director, Retail Sales & Marketing Cee e Russia, dopo aver portato, tra le altre cose, la Xbox in Italia nei suoi anni da Country Manager tricolore (2001-2008).   Da febbraio 2019 è Chief Revenue Officer di Life Based Value, la tech company co-fondata da Riccarda Zezza  che sviluppa e promuove soluzioni formative basate sul metodo Life Based Learning. Da ottobre 2015, Life Based Value ha portato sul mercato delle aziende MAAM, il primo metodo formativo che trasforma la genitorialità in un master per la crescita professionale. 

Gianni Nagni

Gianni Nagni è professore a contratto nel Corso di Laurea Specialistica in Scienza e Tecnica dello Sport presso l’Università del Foro Italico di Roma in “Sport Acquatici”.   Da atleta tesserato per la Roma Nuoto diventa Campione e Primatista Italiano Assoluto negli 800 e 1500 stile libero dal 1978 al 1981 sia in vasca lunga che in vasca corta ed ottiene diverse convocazioni nella Squadra Nazionale Assoluta. Per tali risultati nel 1980 gli viene conferita la Stella di Bronzo per Meriti Sportivi.   Terminata la carriera agonistica, Gianni Nagni è stato prima istruttore di nuoto e poi allenatore, fino a diventare e vice‐allenatore della prima squadra della Roma Nuoto nel 1986. Successivamente è stato convocato per allenare le Squadre Nazionali Giovanili e come osservatore tecnico del S.I.T. delle squadre straniere durante i Campionati Mondiali di Roma.   Dal 2000 entra a far parte come Tecnico Federale della Squadra Nazionale Assoluta.

POTREBBERO INTERESSARTI

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore

Talk About IT

Parliamo degli impatti sullo sviluppo, sulle competenze diffuse e specialistiche, sulla trasformazione della forza lavoro, sulla stessa morfologia delle città non più punto di accumulazione

Cryptovalue

Cryptovalues

Di sicuro sta riscrivendo le regole della fiducia tra persone, enti e istituzioni: è la tecnologia Blockchain, un mondo che va ben oltre i bitcoin.