MACHINE MUSIC

I Cavalieri del Re: chi lo ha detto che le opening dei cartoni sono (solo) per bambini?

Da Lady Oscar a Devilman, le sigle che hanno segnato la storia italiana 

 

Se dalla fine degli anni Ottanta è Cristina d’Avena a prendere il monopolio (quasi) delle sigle dei cartoni animati, il decennio è stato comunque segnato dai tantissimi successi dei Cavalieri del Re, in assoluto i cantanti più richiesti dai discografici. 

Se pensiamo all’invasione dell’animazione giapponese in Italia alla fine degli anni ’70, senza dubbio un aspetto importante – oltre al doppiaggio – è stato quello della realizzazione delle sigle di apertura e chiusura degli episodi che, con il tempo, sono diventati dei cult!

 

Ascolta anche: No Limits: musica glaciale e strane creature sotto il ghiaccio dell’Antartide

 

I Cavalieri del Re hanno infatti firmato le sigle di cartoni famosissimi come L’Uomo Tigre, Yattaman, Devilman e Gigi la Trottola e il segreto di questi brani è legato al fatto che sono stati pensati come vere e proprie canzoni e non come semplici melodie per bambini, riprendendo quindi la mentalità nipponica.

Il maggiore successo del gruppo è stata la sigla per il cartone animato Lady Oscar, pubblicato nel 1982… ma non possiamo spoilerare tutto: in questa nuovissima puntata di Machine Music il nostro Antonio Mazzotta ci ha fatto ripercorrere la storia di questo gruppo iconico, ascoltando i loro brani più famosi!

T. Sharon Vani

 

 

Ospite

POTREBBERO INTERESSARTI

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore

Talk About IT

Parliamo degli impatti sullo sviluppo, sulle competenze diffuse e specialistiche, sulla trasformazione della forza lavoro, sulla stessa morfologia delle città non più punto di accumulazione

Cryptovalue

Cryptovalues

Di sicuro sta riscrivendo le regole della fiducia tra persone, enti e istituzioni: è la tecnologia Blockchain, un mondo che va ben oltre i bitcoin.