Beyond Password: cos’è la Passwordless Authentication e perché sarà sempre più importante

Con la Passwordless Authentication la sicurezza è più avanzata e si ha una maggiore protezione dalle tecniche phishing. Non solo: l’esperienza diventa user-friendly, senza la necessità di memorizzare password 

 

 

Come avrete potuto notare dalle ultime news, le frodi digitali sono in continuo aumento, gli attacchi stanno diventando sempre più sofisticati e i cybercriminali fanno sempre di più uso dell’AI. Ripensare alle modalità di accesso alle informazioni e ai dati diventa, quindi, di fondamentale importanza.  

L’eliminazione delle password rappresenta un cambio di prospettiva rispetto alla tradizionale dipendenza da esse per l’accesso ai servizi digitali.

L’approccio innovativo della Passwordless Authentication elimina la necessità per gli utenti di memorizzare e inserire password, sostituendole con altri metodi di autenticazione. 

 

 

Leggi anche: La privacy non è neutra

 

 

Ma quali sono le alternative? 

  1. Biometria: utilizzo di attributi fisici unici come impronte digitali o caratteristiche facciali per la verifica dell’identità. 
  1. Fattori di possesso: utilizzo di oggetti tangibili come smartcard o token come mezzo di autenticazione. 

Tra i motivi principali per i quali preferire la Passwordless Authentication vi sono la sicurezza avanzata e la maggiore protezione dalle tecniche phishing, l’esperienza user-friendly, il basso rischio per la reputazione, nonché la scalabilità.

 

 

Leggi anche Netskope Threat Labs: gli attacchi approfittano dell’uso di AI generativa tra i dipendenti aziendali

 

 

Infatti, l’autenticazione passwordless, in particolare attraverso il nuovo standard FIDO2 (Fast Identity Online2), consente alle organizzazioni di implementare l’autenticazione senza password su diverse piattaforme. 

FIDO2 nasce da una collaborazione tra FIDO Alliance e il World Wide Web Consortium, unendo le specifiche CTAP alle specifiche Web Authentication.  

Il protocollo prevede due momenti:  

  1. la registrazione una tantum a un servizio online;
  2. la successiva autenticazione senza password al servizio, ogni volta che ne abbiamo bisogno. 

 

Se vuoi scoprire di più sul tema della tutela dei dati personali, ascolta il nostro podcast A little privacy, please!

A cura di

In questo articolo:

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

Da senzatetto a giardinieri urbani, la seconda chance offerta da Ridaje

Ospite: Lorenzo Di Ciaccio

SPECIALE RADIO ACTIVA+
con Giulia Borgherese

PODCAST

Cultura e Società

La Matematica è donna nel film di Anna Novion “Il teorema di Margherita”

Ospite: Anastasia Plazzotta

NOVE VOLTE SETTE
con Davide Del Vecchio

PODCAST

Cultura e Società

Il fuorilegge nella Science Fiction

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

L'esplorazione delle diverse strategie per avere successo con i moderni prosumer, anche nel mondo retail
People

Oltre il SaaS, il Customer Success in tutti i settori

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca

PODCAST

Cultura e Società

L’eredità di Luigi Einaudi secondo Giuseppe Vegas

Ospite: Giuseppe Vegas

OLL IN
con Lelio Borgherese

PODCAST

Perché revisionare sempre attentamente l'output dell'AI
Intelligenza artificiale

L’output dell’AI non è infallibile. L’importanza della revisione dei contenuti

Ospite: Gianluca Bergaminelli

A LITTLE PRIVACY, PLEASE!
con Marco Trombadore