HELLO INNOVATION

Innovazione e AI al servizio dei cittadini

Intervista a Giorgio Metta

 

Utilizzare tecnologie di Intelligenza Artificiale significa soprattutto migliorare la vita delle persone. Lo sa bene Giorgio Metta, direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia. “Qualcuno ha definito l’intelligenza artificiale come la nuova elettricità– spiega Metta intervistato da Andrea Picardi a Hello Innovation, –I campi di applicazione sono potenzialmente infiniti, dalla robotica all’automotive, riconoscimento automatico, traduzione del testo, identificazione di volti, monitoraggio di diversi sistemi e dell’efficienza delle reti energetiche”. 

 

Ascolta anche: Tutte le strade portano al digitale (e anche all’AI)

 

Nel corso della puntata si parlerà anche delle sfide dell’Intelligenza Artificiale in termini di processi produttivi e il suo impatto nell’organizzazione di impresa. Uno sguardo anche al futuro, con le nuove sfide del mondo del lavoro e delle nuove figure professionali emergenti nel settore.  “C’è ancora da fare– spiega Metta –occorre potenziare la ricerca nel campo dell’AI, la formazione post-laurea e dar vita ad un’istituto che sviluppi tutti gli argomenti legati all’AI. Se vogliamo competere a livello internazionale, dobbiamo avere le forze per farlo”

 

 

Ospite

Giorgio Metta

Giorgio Metta è il Direttore Scientifico dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). Ha conseguito la Laurea Magistrale cum laude (1994) e il Dottorato di Ricerca (2000) in Ingegneria Elettronica presso l'Università degli Studi di Genova. Dal 2001 al 2002 Giorgio è stato associato post-dottorato presso il MIT AI-Lab. In precedenza è stato all'Università di Genova e dal 2012 al 2019 Professore di Robotica Cognitiva presso l'Università di Plymouth (UK). È stato membro del consiglio di amministrazione di euRobotics aisbl, l'organizzazione europea di riferimento per la ricerca sulla robotica. Giorgio Metta è stato Vice Direttore Scientifico di IIT dal 2016 al 2019. Ha coordinato la partecipazione di IIT a due dei Centri di Competenza per l'Industria 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico (ARTES4.0, START4.0). È stato uno dei tre rappresentanti italiani al forum G7 2018 sull'intelligenza artificiale e, più recentemente, uno degli autori dell'Agenda strategica italiana sull'intelligenza artificiale. Giorgio ha coordinato lo sviluppo del robot iCub per più di un decennio rendendolo di fatto la piattaforma di riferimento per la ricerca sull'intelligenza artificiale incorporata. Attualmente, ci sono più di 40 robot che raggiungono laboratori fino a Giappone, Cina, Singapore, Germania, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti. Le attività di ricerca di Giorgio Metta sono nei campi della robotica biologicamente motivata e umanoide e, in particolare, nello sviluppo di robot umanoidi in grado di adattarsi e imparare dall'esperienza. Giorgio Metta è autore di più di 300 pubblicazioni scientifiche. Ha lavorato come ricercatore principale e ricercatore in circa una dozzina di ricerche internazionali e progetti industriali.

POTREBBERO INTERESSARTI

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore

Talk About IT

Parliamo degli impatti sullo sviluppo, sulle competenze diffuse e specialistiche, sulla trasformazione della forza lavoro, sulla stessa morfologia delle città non più punto di accumulazione

Cryptovalue

Cryptovalues

Di sicuro sta riscrivendo le regole della fiducia tra persone, enti e istituzioni: è la tecnologia Blockchain, un mondo che va ben oltre i bitcoin.