START UP & HOLD ON

La community delle startup

Intervista a David Casalini

Quello delle startup è un ecosistema in costante evoluzione che cresce a ritmi sempre più sostenuti in tutto il mondo. In Italia il fenomeno si è diffuso solo recentemente ma con risultati notevoli. Le start-up innovative attualmente iscritte al Registro delle Imprese sono infatti 10.075. Ma quali sono i nuovi modelli di business e quali saranno le possibili evoluzioni di un mercato ancora giovane nel nostro paese? A raccontarcelo è David Casalini, fondatore e amministratore delegato di StartupItalia che dal 2015 è Consigliere e Delegato Informazioni e Conoscenza Ecosistema per Italia Startup, la più grande associazione italiana dedicata al mondo delle startup.

 

Ascolta anche: I mille volti di Romagna Tech

 

Nell’intervista si parla anche di investimenti al mondo delle startup. Secondo il report 2019 Startup Heatmap dello European Startup Initiative, sono circa il 20% le startup che hanno lasciato il nostro paese. Certo, l’Italia prevede incentivi ed agevolazioni fiscali per la nascita di nuove Startup e anche per gli investitori ma sicuramente in una misura minore rispetto agli altri paesi europei. Per questo alcune piccole e medie imprese innovative si sono finanziate tramite il crowdfunding.
Scopri di più ascoltando l’intervista completa a David Casalini!

Ospite

David Casalini

David Casalini è fondatore e amministratore delegato di StartupItalia, piattaforma italiana dedicata a studenti, sviluppatori, imprenditori e investitori che fanno parte dell’ecosistema delle startup e dell’innovazione. Dal 2015, inoltre, è consigliere e delegato alle informazioni e alla conoscenza dell'ecosistema per l'associazione Italia Startup. Dal 2018 fa parte dell’advisory board del Master Executive MBA Ticinensis organizzato dalla Fondazione Alma Mater Ticinensis con il patrocino dell’Università di Pavia. Inoltre, da aprile 2000, è consigliere del Ministro dell'Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione, in qualità di Chief Operating Officer del Dipartimento per la Trasformazione Digitale, con l’obiettivo di realizzare la cosiddetta "agenda digitale". In precedenza, ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità tra l’Europa e gli Stati Uniti all'interno delle startup Dada e Buongiorno, guidando i team responsabili dello sviluppo di community per web e mobile. È poi entrato a far parte del gruppo editoriale Condé Nast, come direttore della progettazione e dello sviluppo per Internet e smartphone di prodotti editoriali come Vogue, Vanity Fair, Glamour personal shopper e Wired. Ha insegnato Social Media Influence Design al Politecnico di Milano e Mobile Marketing all’Accademia di Comunicazione. Ha collaborato al lancio di Maker Faire in Italia ed è stato consigliere per il Dipartimento della Funzione Pubblica sui temi Open Government e cittadinanza digitale.

POTREBBERO INTERESSARTI

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore