L’algoritmo Quartz: scoprire le malattie cardiache grazie all’AI

L’algoritmo Quartz della St George’s Medical School di Londra esamina i vasi sanguigni della retina per individuare possibili malattie cardiovascolari e infarti futuri

 

 

In meno di un minuto, senza analisi del sangue o misurazione della pressione, con una tecnica indolore, non invasiva e senza neanche recarsi in clinica, si potrebbe prevedere l’insorgere di future malattie cardiovascolari e di infarti. Come? Grazie all’intelligenza artificiale.

Stiamo parlando dell’algoritmo Quartz sviluppato dalla St George’s Medical School di Londa, che nel giro di pochi secondi riesce a esaminare i vasi sanguigni della retina analizzando le immagini oculari. La ricerca è stata descritta all’interno di un articolo scientifico pubblicato sulla rivista specializzata British Journal of Ophthalmology.

 

 

Leggi anche: Medicalbox: ogni visita medica a portata di clic

 

Un database di oltre 88 mila pazienti britannici, tra i 40 e i 69 anni: questa la mole di dati che si è resa necessaria per addestrare l’algoritmo, creando un modello di previsione di malattie cardiache o di infarti, tramite l’analisi dello spessore e della struttura dei vasi sanguigni oculari. Ma non sono state utilizzate solo le immagini: i dati sono stati integrati con informazioni quali l’età, la storia sanitaria e le abitudini dei pazienti (per es. il fumo) così da riuscire a prevedere quasi due terzi delle morti avvenute.

Al contrario della tecnica più tradizionale, ossia la Framingham Risk Scores, questo nuovo algoritmo tiene conto solamente dei dati sanitari del paziente e non solo è una tecnica del tutto non invasiva, è anche una tecnologia rapida e la procedura è completamente automatizzata; non in ultimo, i suoi costi sono piuttosto bassi, permettendo così un’applicazione su ampia scala.

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

La solitudine del sopravvissuto

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Donne al centro della scienza: quanto manca alla rivoluzione?
Cultura e Società

Donne al centro della Scienza: quanto manca alla rivoluzione?

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

NaN - nuovo podcast
Intelligenza artificiale

NaN – Not a Name, il nuovo podcast “esplosivo” sulle AI

NaN - Not a Name
con Michele Stingo, Enrico Iannucci

PODCAST

Health

La sostenibilità nel settore residenziale: comfort abitativo e rispetto dell’ambiente

Ospite: Paolo Mezzalama

GREENTOPIA
con Laura Scrimieri, Ilaria Tana

PODCAST

Madè (CONTENTS): così l'AI sta cambiando il mondo del lavoro
Intelligenza artificiale

Tommaso Madè (Contents): “Così l’AI sta cambiando il mondo del lavoro”

Ospite: Tommaso Madè

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile