START M'UP

L’architettura della comunicazione e la User Experience

Intervista a Federico Badaloni, architetto dell’informazione e user experience designer per il Gruppo Gedi

 

 

Essere un architetto della comunicazione significa progettare spazi informativi, disegnarne la struttura interna ed esterna, immaginare l’esperienza che le persone ne faranno e la possibilità di ulteriori evoluzioni. Ma che tipo di competenze sono necessarie, e quali sono gli ostacoli da superare? In questo episodio di Start M’Up Marco Borgherese ne discute con Federico Badaloni, architetto della Comunicazione e User Experience Designer per il Gruppo editoriale GEDI, che ha lavorato al re-design della homepage de la Repubblica.

Un architetto dell’informazione progetta spazi informativi per il web migliorando la comunicazione e organizzando i contenuti in modo da renderli fruibili su diversi canali e piattaforme. Con la rivoluzione digitale infatti, è aumentata l’esigenza di dare un ordine all’enorme flusso di informazioni che pervade il web.

 

 

Leggi anche: Editoria, Data Analysis e tech. Intervista a Virginia Stagni

 

 

Il nostro ospite ci spiega nel dettaglio la differenza tra architettura dell’informazione e User Experience Design, soffermandosi sugli errori più comuni, le worst practice da evitare per ottimizzare la fruibilità dei contenuti. “Elemento fondamentale nell’architettura dell’informazione – osserva Badaloni – è la progettazione funzionale, che consiste nella capacità di individuare un bisogno e disegnare un’esperienza che lo soddisfi”. Per fare questo, è necessario rispettare un preciso linguaggio che, come tutti i codici, ha una sua grammatica e dei criteri da rispettare per mettere in relazione i vari elementi della progettazione, ovvero le funzioni.

 

 

Leggi anche: Dal giornalismo politico alle startup innovative. Intervista ad Anna La Rosa

 

 

L’ultima parte dell’episodio indaga la User Experience in relazione all’omnicanalità e alla gestione dell’ibrido fisico-digitale nel quale siamo immersi. Un concetto che può contribuire a migliorare in modo significativo la qualità dei servizi di customer experience offerti dalle aziende del settore retail. Una buona user experience infatti, alimenta il rapporto di fiducia tra consumatore e azienda.

In che direzione evolverà la customer experience nel futuro e quali saranno i trend cui prestare attenzione? Per saperne di più cliccate play!

Redazione

 

 

Ospite

Federico Badaloni

Federico Badaloni è architetto dell’informazione, user experience designer e giornalista, responsabile dell’area di progettazione di siti e applicazioni del Gruppo Editoriale L’Espresso. È coordinatore didattico del master di architettura dell’informazione e user experience design dell’università IULM di Milano dove insegna anche nel master in giornalismo; insegna nel master di comunicazione istituzionale dell’università LUISS di Roma […]

POTREBBERO INTERESSARTI

Speciale Verso sud

La nostra inviata speciale sul campo, Sabrina Colandrea, da Sorrento, ci guida alla scoperta dei nuovi progetti tecnologici, economici e politici con tanti ospiti internazionali.

Versace

On Top

Un nuovo viaggio powered by Radio Activa: vi sveliamo le storie dei migliori imprenditori e delle migliori imprenditrici del nostro Paese. I racconti di come

Ecosystem Stories - Metaversi - Prof. Giovanni B. Barone, direttore Divisione Sistemi CSI dell'Università Federico II di Napoli; Edward Abbiati, Chief Marketing Officer - Engineering; Gianluca Polegri, direttore Digital Solutions - Engineering

Ecosystem Stories

Una serie di incontri in collaborazione con Engineering per raccontare come l’innovazione ci aiuterà a trasformare, in meglio, il mondo in cui viviamo e lavoriamo.

Discipline STEM: la visibilità digitale delle donne africaneOspite in collegamento dal Ghana: Larisa Akrofie, Founder di Levers in Heels.

Xam Xam

Il nuovo programma di Radio Activa in collaborazione con WeAfricansUnited che viaggia alla scoperta delle innovazioni del continente africano. Un percorso che porta alla luce