AI: che impatto avrà sulle nostre vite?

BCZeta 2023 ha esplorato il tema dell’intelligenza artificiale e del suo impatto sulla società. L’incontro con Federico Fontana e con il Prof. Luca Marconi

 

 

ha esplorato l'impatto attuale e futuro dell'AI nelle nostre vite. Ponchielli e gli altri relatori hanno affrontato le applicazioni attuali, le implicazioni future e i rischi potenziali della tecnologia, da testi creati automati
Francesca Ponchielli, Luca Marconi e Federico Fontana

Milano, 19 novembre 2023 – BookCity Milano ha aperto le sue porte a un dibattito avvincente sulla rivoluzione dell’intelligenza artificiale, e Radio Activa Plus non poteva mancare a questo appuntamento culturale di rilievo. Francesca Ponchielli, Digital Strategist e firma di Radio Activa Plus, ha guidato il dibattito “BCZeta | Intelligenza artificiale: come e quanto ci cambierà la vita” cui hanno preso parte il Prof. Luca Marconi dell’Università Milano-Bicocca e il Tech Influencer Federico Fontana.

L’incontro, che si è tenuto alle 11.00 presso la Biblioteca Oglio, ha esplorato l’impatto attuale e futuro dell’AI nelle nostre vite. Ponchielli e i relatori hanno affrontato le applicazioni attuali, le implicazioni future e i rischi potenziali della tecnologia, da testi creati automaticamente a innovazioni mediche ed elettrodomestici di nuova generazione. Passando per citazioni dal mondo fantascientifico a quello filosofico.

 

 

Ascolta il nostro podcast: “La privacy non è neutra”, un’intervista all’avvocato Luca Bolognini, Presidente dell’Istituto italiano per la privacy e la valorizzazione dei dati personali

 

 

Analisi dell’impatto sociale dell’AI

Il dibattito si è aperto su una domanda chiave per entrambi i relatori: qual è l’aspetto più significativo dell’impatto dell’AI sulla società, considerando le diverse esperienze e i background differenti? Le risposte di Fontana e del Prof. Marconi hanno gettato le basi per un dialogo avvincente sull’evoluzione della tecnologia e sul suo impatto sulle diverse fasce della società.

Ecco alcuni degli spunti più interessanti emersi dal dibattito.

L’impatto dell’intelligenza artificiale sulla società è un fenomeno trasformativo che si estende attraverso molteplici sfere della vita quotidiana. Questa avanzata tecnologica sta ridefinendo le dinamiche lavorative, dall’automazione di processi ripetitivi alla creazione di nuove opportunità professionali. Inoltre, l’AI ha un ruolo cruciale nella rivoluzione dell’informazione, plasmando la nostra esperienza online attraverso motori di ricerca avanzati e algoritmi di raccomandazione personalizzati. Nel contesto medico, assistiamo a progressi significativi nella diagnosi precoce e nella ricerca grazie all’applicazione dell’intelligenza artificiale. Tuttavia, l’impatto dell’AI si estende anche alle questioni etiche e sociali, sollevando interrogativi sulla privacy, sulla sicurezza dei dati e sulla necessità di regolamentazioni che guidino il suo sviluppo responsabile. In definitiva, l’intelligenza artificiale sta plasmando in modo irreversibile il tessuto della società, richiedendo una riflessione costante sul modo in cui possiamo sfruttare al meglio questa potente tecnologia per il bene comune”.

Saremo capaci di essere “timonieri” di questa nuova tecnologia? 

 

 

Leggi anche: Un dossier shock inchioda le app anti-spam. Violano la privacy e rivendono sul mercato i dati

 

 

Approcci alle nuove tecnologie: evitiamo le fazioni!

Passando dal parallelismo Wikipedia-ChatGPT, il dibattito ha affrontato l’importanza di approcciarsi alle nuove tecnologie, con consigli pratici su come utilizzare l’AI nel modo “giusto”. Si è discusso su come formulare prompt efficaci, con esempi pratici che coinvolgessero il pubblico.

Federico Fontana ha posto l’accento sull’importante supporto che questa tecnologia in via di sviluppo può offrire al suo lavoro di influencer, ma è rimasto critico (nel senso dubitativo del termine) rispetto un uso diffuso e non regolamentato dello strumento stesso. Dopotutto, “ci siamo essere noi esseri umani al centro”.

 

 

Leggi anche: ChefGPT, il tuo chef personale, molto più di semplici ricette

 

 

Il futuro delle intelligenze artificiali

Il dibattito si è concluso con una prospettiva sul futuro delle intelligenze artificiali. L’invito al pubblico a immaginare il futuro dell’AI ha reso la discussione inclusiva e coinvolgente, rivelando desideri e preoccupazioni della platea.

In conclusione, BCZeta 2023 ha offerto uno sguardo approfondito sull’AI, unendo prospettive diverse e coinvolgendo attivamente il pubblico. La Fondazione Mondadori e i ragazzi di BCZeta hanno dimostrato che, attraverso la collaborazione e l’Innovazione, è possibile affrontare le sfide dell’era digitale con consapevolezza e creatività.

 



 

Leggi anche: Bluetooth Hacking. Cyber criminali usano il bluetooth per tracciare l’attività della polizia

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

Il fuorilegge nella Science Fiction

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

L'esplorazione delle diverse strategie per avere successo con i moderni prosumer, anche nel mondo retail
People

Oltre il SaaS, il Customer Success in tutti i settori

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca

PODCAST

Cultura e Società

L’eredità di Luigi Einaudi secondo Giuseppe Vegas

Ospite: Giuseppe Vegas

OLL IN
con Lelio Borgherese

PODCAST

Perché revisionare sempre attentamente l'output dell'AI
Intelligenza artificiale

L’output dell’AI non è infallibile. L’importanza della revisione dei contenuti

Ospite: Gianluca Bergaminelli

A LITTLE PRIVACY, PLEASE!
con Marco Trombadore

PODCAST

Cultura e Società

Anna Paola Concia: “Ogni donna che rompe un tetto di cristallo lo fa per tutte”

Ospite: Anna Paola Concia

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

People

Misurare il successo: una moneta a due facce

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca