Artifact, come funziona il nuovo social?

I fondatori di Instagram hanno lanciato un nuovo social network

Here we go again. I fondatori di Instagram ci riprovano. Infatti, Artifact è l’ultima creazione di Kevin Systrom e Mike Krieger, i due co-fondatori di Instagram. Si tratta di un social network dedicato ai giornali e alle notizie, che utilizza l’intelligenza artificiale per raccogliere notizie rilevanti in base agli interessi degli utenti. In molti, soprattutto negli USA, lo hanno già definito “una sorta di TikTok per il testo“.

Ma cosa rende Artifact così speciale? 

 

 

Leggi anche: Che cosa sappiamo su ChatGPT, l’AI virale dei social media

 

 

In primo luogo, il fatto che Artifact sia stato creato da Systrom e Krieger, i fondatori di Instagram, è un punto a suo favore. Il loro successo nel mondo dei social media è indiscusso e molti sono curiosi di vedere cosa hanno in serbo per questa nuova applicazione. Che tipo di target andrà ad abbracciare? Boomer, millennial o GenZ? 

 

 

Artifact, come funziona il nuovo social?

 

 

In secondo luogo, da quanto sappiamo ora, il social consisterebbe essenzialmente in un feed di articoli scelti su misura per l’utente da un elenco definito di editori: dalle più note testate giornalistiche, come il Washington Post, ai quotidiani regionali, fino ad arrivare ai piccoli blog. Una miriade di altre domande è inevitabile: si dovrà pagare per essere presenti in questo elenco di editori? E poi, in che termini sarà integrata la pubblicità?

 

 

Leggi anche: (Solo) TikTok ha un problema di privacy?

 

 

Torniamo alla user experience. In base ai nostri clic, alla nostra permanenza su una notizia, in base alle persone che seguiamo si viene a creare, giorno dopo giorno, un abito fatto di news su misura per noi. Un funzionamento che conosciamo già molto bene grazie all’algoritmo che si cela dietro la sezione “Per te” di TikTok.

Oltre a questo, Artifact offre altre due funzionalità:

  • un feed che mostra gli articoli pubblicati anche dagli utenti seguiti, insieme ai loro commenti;
  • una casella di messaggi privata che permette di commentare le notizie del momento con gli amici.

In un mondo dominato dall’immagine, dal sonoro e dal video, c’è chi punta ancora sulle care e vecchie parole. Un ritorno al testo che, però, forse non è un vero ritorno. Infatti, come saranno i testi scelti da un’intelligenza artificiale?

 

 

Non solo ChatGPT: L’AI che dipinge i nostri testi

 

 

Prima di salutarci, sveliamo ancora una curiosità: perché proprio Artifact?

Il nome deriva dalla combinazione dei termini “intelligenza artificiale” e “fatti”, così da rendere chiaro all’utente di cosa si occupa davvero la piattaforma e come lo fa.

Infine, Artifact ha già aperto la sua lista d’attesa al pubblico. La società prevede di far entrare rapidamente gli utenti. L’app è disponibile sia per Android sia per iOS.

Ci si può iscrivere qui.

Francesca Ponchielli

Potrebbero interessarti

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Donne al centro della scienza: quanto manca alla rivoluzione?
Cultura e Società

Donne al centro della Scienza: quanto manca alla rivoluzione?

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

NaN - nuovo podcast
Intelligenza artificiale

NaN – Not a Name, il nuovo podcast “esplosivo” sulle AI

NaN - Not a Name
con Michele Stingo, Enrico Iannucci

PODCAST

Health

La sostenibilità nel settore residenziale: comfort abitativo e rispetto dell’ambiente

Ospite: Paolo Mezzalama

GREENTOPIA
con Laura Scrimieri, Ilaria Tana

PODCAST

Madè (CONTENTS): così l'AI sta cambiando il mondo del lavoro
Intelligenza artificiale

Tommaso Madè (Contents): “Così l’AI sta cambiando il mondo del lavoro”

Ospite: Tommaso Madè

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile

PODCAST

Superstudio Events: pionieri della sostenibilità negli spazi per grandi eventi
Sostenibilità

I grandi eventi si fanno sempre più green

Ospite: Tommaso Borioli

GREENTOPIA
con Laura Scrimieri, Ilaria Tana