Mistero Raffaello: l’AI scioglie i dubbi sulla Madonna della Rosa

Una delle opere più conosciute e ammirate del Museo del Prado di Madrid, “La Madonna della Rosa”, è stata analizzata dall’AI per verificare l’attribuzione del dipinto a Raffaello Sanzio

 

 

Un algoritmo basato sull’intelligenza artificiale ha finalmente rischiarato le incertezze che circondavano e offuscavano il celebre ritratto della “Madonna della Rosa” che in passato veniva attribuito a Raffaello. Una squadra di esperti della University of Bradford ha determinato che la figura di San Giuseppe, situata sulla sinistra del dipinto, non proviene dall’abile pennello di Raffaello, come era stato ipotizzato sin dal 1800.

Secondo il rapporto, pubblicato dalla rivista Heritage Science, l’AI potrebbe diventare un prezioso alleato per gli storici dell’arte, integrandosi con le loro competenze nel delicato processo di verifica dell’autenticità che richiede una valutazione complessa, comprendente l’origine, i materiali e le condizioni dell’opera d’arte.

 

 

Leggi anche: “Physis and rendering”, la nuova mostra tech di Vincenzo Marsiglia

 

 

Il dipinto, un olio su tavola realizzato tra il 1518 e il 1520, è attualmente esposto al Museo Nazionale del Prado di Madrid. Gli studiosi hanno da tempo dibattuto sull’autore effettivo del quadro: alcune teorie suggerivano una collaborazione tra Raffaello e membri del suo studio, come Giulio Romano. Per risolvere il mistero, una squadra di ricercatori, sotto la guida di Hassan Ugail, ha elaborato un algoritmo avanzato basato sull’intelligenza artificiale, grazie a un vasto database di opere autentiche di Raffaello.

Ugail ha spiegato: “Abbiamo addestrato il computer a riconoscerne lo stile in modo molto dettagliato, dalle pennellate alla tavolozza dei colori, fino all’ombreggiatura e a ogni altro aspetto dell’opera”.

 

 

Leggi anche Van Gogh à Auvers-sur-Oise, l’AI trasforma gli spettatori da passivi ad attivi

 

 

Quando poi è stato sottoposto a test il dipinto nel suo complesso, “i risultati non sono stati conclusivi, quindi abbiamo analizzato le varie parti separatamente: mentre l’AI conferma che il resto del dipinto (la Madonna, il Bambino e San Giovanni Battista) si può attribuire a Raffaello, il volto di San Giuseppe è molto probabilmente il risultato di un’altra mano”.

Per quanto riguarda i dubbi sulla metà inferiore dell’opera, il risultato dell’analisi dell’AI è provvisorio: “molto probabilmente” la mano che l’ha dipinta è stata quella di Raffaello, ma potrebbe anche essere stata quella di un bravissimo allievo e perfetto imitatore. Ugail ha spiegato al The Guardian che l’algoritmo usato dall’intelligenza artificiale è stato addestrato facendogli osservare fin nei minimi dettagli 48 opere universalmente attribuite a Raffaello.

Il risultato dell’addestramento è la sua capacità di distinguere la mano del maestro da quella di imitatori e allievi con un’accuratezza del 98%.

 

 

Leggi anche La fisica restaura l’arte? Il Progetto ARTEMISIA: quando l’Innovazione incontra il patrimonio artistico

 

 

Non è la prima volta: era già accaduto, infatti, con il Tondo de Brecy, copia della Madonna Sistina di Raffaello; infatti, l’uso dell’intelligenza artificiale per attribuire opere d’arte agli artisti è un campo in rapida evoluzione. 

L’intelligenza artificiale può essere impiegata per analizzare lo stile artistico, i motivi ricorrenti nelle opere di un determinato artista, la tavolozza di colori, ma anche per la comparazione, la provenienza e la rilevazione di anomalie (quest’ultima skill, come nel caso della Madonna della Rosa, può suggerire interventi o modifiche da parte di artisti diversi). Tuttavia, è importante notare che l’intelligenza artificiale non sostituisce l’expertise e l’interpretazione umana, ma può piuttosto fungere da strumento complementare, a supporto degli esperti del settore.

Potrebbero interessarti

PODCAST

Open Innovation

Test before invest, ovvero il modello di Venture Client di ELIS Innovation Hub

Ospite: Francesco Parrano

SMASH
con Sabrina Colandrea

PODCAST

Cultura e Società

Umanesimo manageriale nell’era digitale

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso

PODCAST

Cultura e Società

La Matematica in Asimov e nel mondo contemporaneo

NOVE VOLTE SETTE
con Cecilia Fronza

PODCAST

Blockchain

Tutto sulla blockchain. Intervista a Jules Piccotti

Ospite: Jules Piccotti

FUTURA
con Mark Bartucca

PODCAST

Community Care

Profit + purpose = ? La formula dell’azienda ideale declinata nei progetti di Social Impact del WMF

SEEDBLE X WMF
con Sabrina Colandrea

PODCAST

People

Quale sarà il futuro del Customer Success?

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca