DATASCAPES

Global Attractiveness Index e Covid-19: non solo PIL

Come integrare il concetto di Prodotto Interno Lordo (PIL)? Le considerazioni di Valentina Montalto e Diego Begnozzi

 

“Misurare l’attrattività è, in senso stretto, impossibile. Non ha numeri. È il risultato di tante variabili che si intersecano. Per questa ragione, l’uso di un indicatore composito come il GAI è la strategia migliore.” Diego Begnozzi, consulente area Policy Impact di The European House Ambrosetti.

Un indicatore è una risorsa preziosa. Il suo impiego permette di comprendere fenomeni complessi e pianificare strategie. La sfida di chi realizza tali indici è stimare, prevedere, rappresentare l’oggi.  Superare il limite della temporalità del dato, già vecchio quando viene registrato.

 

Ascolta anche: Governo e Parlamento alle prese con l’emergenza Covid-19

 

Il GAI lavora in questa direzione. Il Joint Research Centre (JRC), il servizio scientifico interno della Commissione Europea, anche. Per Valentina Montalto, Policy Analyst della Commissione Europea, non esiste una ricetta vincente, ma trasparenza e condivisione delle metodologie sono elementi chiave per migliorare, come dimostra lo stretto rapporto tra JRC e The European House Ambrosetti.

Quanto detto dove ci porta? “Tutti i modelli sono sbagliati, ma alcuni sono utili” recita un famoso manuale di macroeconomia. La statistica funziona perché semplifica la realtà, ma dietro ai numeri c’è di più. Ecco dunque che possiamo chiederci, quanto senso ha davvero ragionare in termini di PIL? Quali i migliori modelli economici da consultare? E quale la consapevolezza della popolazione in merito? Saper interpretare gli strumenti è la base della consapevolezza del cittadino.

Eleonora Medica

 

 

Ospite

Valentina Montalto

Valentina Montalto è una specialista di cultura e industrie creative (CCI) con esperienza lavorativa decennale. Attualmente lavora come Policy Analyst on Cultural Economy & Creative Cities presso il Joint Research Centre (JRC) della Commissione Europea ad Ispra, Italia, dove è responsabile dello sviluppo del Cultural and Creative Cities Monitor, un nuovo strumento di benchmarking finalizzato […]

Diego Begnozzi

Diego Begnozzi lavora come consulente area Policy Impact di The European House Ambrosetti. Nel suo passato una laurea in economia in Cattolica, cui fa seguito un master of science a Birkbeck e l’impegno come analista. Collabora con Ambrosetti da 3 anni.

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

Alla scoperta della Gen Z con Chiara Caccioppoli

Ospite: Chiara Caccioppoli

FUTURA
con Mark Bartucca

PODCAST

Cultura e Società

Alla scoperta del podcast “Perfetti sconosciuti” con Claudio Di Filippo

Ospite: Claudio Di Filippo

CIFcast
con Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Cultura e Società

Al via “Futura”. Parliamo di istituzioni europee con Elania Zito

Ospite: Elania Zito

FUTURA
con Mark Bartucca

PODCAST

Cultura e Società

The Matilda Effect e perché ancora oggi non lo abbiamo superato

Ospite: Martina Lascialfari

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Cultura e Società

Il suo nome è “una parola che uccide”: il messia nella Science Fiction

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Cultura e Società

Ragazze Digitali contro il pregiudizio

Ospite: Barbara Santi

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci