START UP & HOLD ON

GreenShare: la Mobility as a Service diventa realtà

Intervista al co-fondatore e CEO della startup sarda

 

 

Nel nuovo episodio di Start Up & Hold On, il nostro format in collaborazione con l’associazione InnovUp – Italian Innovation & Startup Ecosystem, Sabrina Colandrea ospita Giuseppe Colistra, co-fondatore e CEO di GreenShare. L’azienda, nata come spin-off universitario, ha puntato sulla smart mobility quando ancora l’espressione non era sulla bocca di tutti.

Il prodotto di punta della startup, TeseoApp, offre informazioni essenziali per la mobilità – come il calcolo del percorso più veloce e i mezzi migliori per affrontarlo – oltre alla possibilità di acquistare ticket tramite smartphone.

 

 

Ascolta anche Reinventare il proprio business ai tempi del Covid-19: il caso di Wetaxi

 

 

A Cagliari, dove è presente dal 2014, l’applicazione ha all’attivo circa 400mila utenti: praticamente nel capoluogo sardo quasi il 100% dei cittadini – che hanno uno smartphone e che si servono dei mezzi – usa anche TeseoApp.

GreenShare ha in cantiere anche altri prodotti e servizi e soprattutto una visione di lungo termine che individua nel concetto di Mobility as a Service il futuro della mobilità. Per saperne di più, non vi resta che cliccare su play!

S. C.

 



Sabrina Colandrea

Ospite

Giuseppe Colistra

Dopo la laurea triennale in Ingegneria Elettronica e la laurea specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni, Colistra ha conseguito il dottorato in Ingegneria delle Telecomunicazioni – sezione IoT. Oltre che co-fondatore e CEO di GreenShare, startup che offre soluzioni in ambito ICT per la mobilità, Colistra è anche co-fondatore e Business Advisor di WiData, azienda che […]

Potrebbero interessarti

PODCAST

Nell'ultimo decennio, la guida autonoma ha catturato l'immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo. Un fenomeno che ha trascinato con sé promesse di maggiore sicurezza stradale, efficienza e comodità. Tuttavia, dietro questa innovazione che sembra appartenere a un futuro lontano, si cela un intricato labirinto di responsabilità legali e sfide normative che devono ancora essere affrontate e risolte. Il Professore Enrico Al Mureden, figura di spicco nel panorama giuridico e accademico italiano, ci accompagna in un viaggio attraverso i livelli della guida autonoma, svelando le complessità che circondano questo fenomeno. I Livelli della Guida Autonoma: Decifrando la Classificazione SAE Quando si parla di guida autonoma, ci si imbatte spesso nei livelli definiti dalla Society of Automotive Engineers (SAE). Questi livelli, che vanno dall'1 al 5 (con l'aggiunta del "Livello 0"), delineano il grado di automazione presente nei veicoli. Da automobili "storiche" che richiedono l'input completo del conducente (Livello 0) fino alla piena automazione senza necessità di intervento umano (Livello 5), il panorama è estremamente variegato. La Responsabilità Legale: Un Terreno Ancora Inesplorato Con l'avvento della guida autonoma, sorgono interrogativi cruciali riguardanti la responsabilità legale in caso di incidenti o malfunzionamenti dei sistemi autonomi. Chi è da ritenere responsabile in situazioni di emergenza? Il conducente? Il produttore del veicolo? O forse entrambi? Il quadro normativo attuale non offre ancora risposte esaustive a queste domande, lasciando un vuoto che deve essere colmato al più presto. Sebbene siano stati fatti passi avanti, come l'introduzione dell'articolo 34bis "Guida Autonoma", ci troviamo ancora di fronte a una fase di transizione e adattamento. L'Integrazione Tecnologica e Sociale: Una Sinergia Necessaria La guida autonoma non è solo una questione di tecnologia, ma anche di integrazione sociale e legale. È cruciale coinvolgere esperti non solo nel campo dell'ingegneria, ma anche della filosofia, sociologia e giurisprudenza per garantire un approccio olistico e sostenibile a questa rivoluzione. Il Futuro della Guida Autonoma: Oltre le Macchine Isolate È importante ricordare che la guida autonoma non esiste in un vuoto tecnologico, ma è parte integrante di un contesto più ampio. La collaborazione tra settori e la revisione delle normative sono fondamentali per garantire una transizione fluida verso un futuro in cui la guida autonoma sarà la norma piuttosto che l'eccezione. In conclusione, la guida autonoma rappresenta una delle sfide più affascinanti e complesse del nostro tempo. Tuttavia, affrontare queste sfide richiede non solo innovazione tecnologica, ma anche una profonda riflessione etica e legale. Solo integrando tutte queste componenti potremo realizzare pienamente il potenziale trasformativo della guida autonoma, garantendo nel contempo la sicurezza e la responsabilità per tutti gli attori coinvolti.
Governance tecnologica

Guida autonoma: tecnologia e responsabilità legale

Ospite: Enrico Al Mureden

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

PATRIZIA RUTIGLIANO (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Health

La sostenibilità nel settore residenziale: comfort abitativo e rispetto dell’ambiente

Ospite: Paolo Mezzalama

GREENTOPIA
con Laura Scrimieri, Ilaria Tana

PODCAST

Superstudio Events: pionieri della sostenibilità negli spazi per grandi eventi
Sostenibilità

I grandi eventi si fanno sempre più green

Ospite: Tommaso Borioli

GREENTOPIA
con Laura Scrimieri, Ilaria Tana

PODCAST

climate change
Sostenibilità

Le sfide dell’UE per affrontare il Climate Change e raggiungere la neutralità climatica

Ospite: Flavia Sollazzo

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Trasformazione digitale

Divario di genere nel settore ICT, tra stereotipi, cambi di rotta e impegno aziendale

Ospite: Cristina Zucchetti

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci