EASY TECH

Cervelli in fuga, no grazie

Intervista al prof. Giovanni Saggio, il papà del tampone virtuale

 

Si sente spesso parlare di “fuga di cervelli” quando si affronta il tema della ricerca in Italia. A volte capita (e per fortuna) che alcuni cervelli decidano di direzionare i propri sforzi rimanendo in patria. È il caso del prof. Giovanni Saggio, ricercatore presso il Dipartimento di Elettronica dell’Università di Tor Vergata di Roma, dove è docente di elettronica presso la macroarea di Ingegneria e alla Facoltà di Medicina. Saggio ha sviluppato una app che sfrutta un algoritmo di intelligenza artificiale per analizzare lo stato di salute di una persona dalla sua voce. E lo può fare anche con percentuali di accuratezza tra il 95% e il 98%.

Oggi, la stessa app viene usata per diagnosticare il Covid-19. Come è stato possibile? E soprattutto, come funziona questa app? Nata come supporto per la diagnostica di malattie quali il Parkinson e l’Alzheimer, oggi la tecnologia del nostro professore ha allargato i suoi orizzonti per contrastare la pandemia in atto. Dietro a essa qualcosa di semplice e distintivo: il suono. Insomma, siamo davanti all’evoluzione della diagnostica per suoni. Cugina prima della diagnostica per immagini.

 

Ascolta anche: Quando la musica è a colori

 

L’analisi della voce permette di ricavare migliaia di dati. Con risultati che variano da patologia a patologia. Pensiamoci un attimo: le malattie neurodegenerative influenzano le nostre emissioni vocali, le rallentano, le distorcono. E queste differenze sono registrabili. Allo stesso modo, il Covid-19 appesantisce i nostri polmoni e modifica la nostra voce. Insomma, questa tecnologia funziona. Poco invasiva, precisa, puntuale. Sarà il futuro? Sicuramente vale la pena continuare a testarla. Apporta e apporterà sempre più un valido contributo alla medicina già navigata.

Tra le possibili applicazioni: screening di massa, integrazione con Immuni, test ai viaggiatori… Potenzialità innumerevoli, di cui andare fieri. Soprattutto in casa nostra, perché lo ricordiamo: il tampone virtuale è targato made in Italy.

Il prof. Saggio vi aspetta nel nostro podcast. Non fatevelo scappare!

Eleonora Medica

 

 

Ospite

Giovanni Saggio

Laureato in Ingegneria Elettronica, Giovanni Saggio è Ricercatore universitario nonché Professore Aggregato presso l’Università di Roma Tor Vergata. Ha svolto ricerche nell’ambito della micro e nano elettronica e del rumore. Attualmente è titolare di cattedre su tematiche di elettronica presso le Facoltà di Ingegneria e Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma Tor Vergata. È membro del Centro di Biomedicina Spaziale e svolge ricerche per applicazioni elettroniche in campo bio-medico con l'Agenzia Spaziale Italiana e il Ministero Della Difesa. Delle sue ricerche hanno parlato quotidiani, riviste, organi di stampa, siti web e televisioni: da The New York Times a La Repubblica, da Bloomberg a Yahoo finance, senza dimenticare la Rai.

POTREBBERO INTERESSARTI

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore