STRANGER BOOKS

L’arte della pazienza secondo Raffaele Gaito

Pazienti non si nasce, si diventa!

 

Questo libro ci mostra chiaramente che non è necessario nascere pazienti, ma che tutti lo possiamo diventare. […] Nell’immaginario comune spesso la pazienza è associata alla pigrizia e all’immobilità. Niente di più sbagliato. La pazienza è quel mix di costanza, perseveranza e capacità di attendere che da sempre ha contraddistinto le grandi donne e i grandi uomini“. Questa la quarta di copertina dell’ultimo libro di Raffaele GaitoL’arte della pazienza. Come essere perseverante in un mondo frenetico (FrancoAngeli, 2021).

Un volume che potremmo presentare con semplicità. E quindi lo facciamo. Avete presente quando la nonna diceva “la pazienza è la virtù dei forti”? Ecco, aveva ragione.

Certo, il famoso proverbio non scende proprio nel dettaglio, e forse andrebbe un po’ svecchiato. Ma non è questo il punto. Ciò che vale la pena ricordare è che fin dall’antichità si è riconosciuto il valore della pazienza. Oggi, in un mondo frenetico dove la parola d’ordine è “velocità a ogni costo”, rischiamo di dimenticarcelo. E qui entra in gioco Raffaele Gaito, growth coach, autore, speaker e blogger. Cambia paradigma e ci dipinge una pazienza di nuovo appetibile. Una soft skill necessaria per arrivare al successo: ecco cosa è la pazienza. E lui promette di insegnarla.

 

Ascolta anche: Tu chiamale, se vuoi, emozioni. Scoprire il cervello emotivo nell’era digitale

 

Come nasce l’idea di un libro del genere in qualcuno che è sempre in movimento? E in che modo si insegna l’arte della pazienza? Spinta da simili interrogativi la nostra Alessandra Pagani ha contattato Gaito, il resto è podcast. Dal loro scoppiettante botta e risposta scopriamo che la pazienza è “quello che facciamo mentre aspettiamo”. Un’attività dunque, e non una non-azione come spesso si crede. Un insieme di comportamenti produttivi che possono portare a risultati straordinari. La storia ne è testimone. E così nel libro vediamo rincorrersi grandi esempi di “pazienti” di successo: imprenditori (Jack Ma, Reed Hastings), scrittori (J.K. Rowling, Astrid Lindgren), sportivi (Michael Jordan, Mary Kom) e altri ancora… Steve Jobs, Marco Aurelio, nonna Anna!

Supereroi del presente e del passato. Da ciascuno impariamo un trucchetto, o mutuiamo un po’ di volontà. Essere pazienti richiede impegno. Costanza. Determinazione. Ancora di più oggi, tra fear of missing out, dipendenza da social network e ansia da like. Dobbiamo soffocare la paura di sentirci esclusi. Di dover accelerare sempre, sempre presenti, sempre pronti.

Gaito parla del “coraggio di non fare nulla”. Il non avere paura, davanti a una scelta, di non agire. Quale il ruolo della stasi, dunque? E come possono coesistere pazienza e competitività nel business? Laddove la competitività tra le aziende è stimolo per innovare, che ruolo ha la pazienza?

Scopriamolo insieme. È il momento di premere play!

Eleonora Medica

 

 

Ospite

Raffaele Gaito

Raffaele Gaito, growth coach, autore, speaker e blogger, da anni si occupa di sperimentazione e innovazione. È docente presso la Business School de Il Sole 24 Ore ed è speaker alle principali conferenze italiane sui temi del digitale e dell'innovazione. Considerato il punto di riferimento sulle tematiche di crescita e sperimentazione, è autore presso FrancoAngeli di #Growth hacker. Mindset e strumenti per far crescere il tuo business (2017), Growth hacking Mindset. Non esiste innovazione senza sperimentazione (2019) e L’arte della pazienza. Come essere perseverante in un mondo frenetico (2021). Porta avanti un progetto di divulgazione su YouTube, podcast e il suo blog raffaelegaito.com.

POTREBBERO INTERESSARTI

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore