Fenomeno Instafest, il sito che crea il nostro festival musicale da Spotify

Mentre siamo tutti in trepidante attesa dello Spotify Wrapped 2022, grazie a Instafest (intanto) possiamo realizzare un festival musicale direttamente dalla nostra personale playlist

 

 

Esiste il festival perfetto? Forse sì, forse no. Il Coachella ci si avvicina senza dubbio. Tuttavia, parliamoci chiaro: ci saranno sempre quegli artisti che a noi non interessano proprio. E mentre siamo tutti in trepidante attesa dello Spotify Wrapped 2022, grazie a Instafest gli utenti potranno creare la line-up ideale con i nomi degli artisti più ascoltati su Spotify.

Uno, due, tre clic ed eccola lì: viene realizzata un’immagine stile cartellone del Coachella con le nostre preferenze di Spotify. Infatti, una delle caratteristiche più iconiche del popolare festival musicale è proprio suo poster che elenca tutti gli artisti presenti, su sfondo coloratissimo (che rappresenta l’essenza stessa del Coachella).

 

 

Leggi anche: Cosa si nasconde dietro i mix improbabili di Spotify?

 

 

Instafest è stato ideato da Anshay Saboo, studente della University of Southern California. L’applicazione è in grado di accedere, previa autorizzazione – of course – alla nostra libreria musicale di Spotify per selezionare gli artisti più ascoltati e mostrarceli come se fossero inseriti nel cartellone del famoso festival musicale.

Line-up pronta – per un massimo di 36 artisti, si sceglie poi la location fittizia (in riva al mare come sotto un cielo stellato), il nome del nostro evento… ed ecco fatto! Inoltre, è possibile selezionare il periodo da analizzare per creare il proprio Instafest: quattro settimane, sei mesi o gli ascolti all-time.

 

 

Leggi anche: Le iniziative di Achille Lauro nel Metaverso

 

 

Sì, ma poi? Poi si può condividere il nostro festival con gli amici sui social e, a giudicare dalla grande popolarità raggiunta negli ultimi giorni seguendo l’hashtag #instafest su Instagram  (che in poche ore ha raggiunto quota 60 mila post), l’iniziativa pare essere piaciuta parecchio! Anche noi di Radio Activa Plus probabilmente cederemo a questo trend…

Ah! A proposito, vi ricordiamo che su Netflix potete vedere The Playlist, la serie tv che racconta la nascita del colosso musicale svedese: Spotify. Come si legge nella descrizione, la miniserie racconta “in maniera romanzata la storia dell’imprenditore svedese Daniel Ek e dei suoi soci, i quali decisero di rivoluzionare il settore della musica con una piattaforma di streaming legale”. Curiosi?

A cura di

In questo articolo:

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

La solitudine del sopravvissuto

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Donne al centro della scienza: quanto manca alla rivoluzione?
Cultura e Società

Donne al centro della Scienza: quanto manca alla rivoluzione?

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

NaN - nuovo podcast
Intelligenza artificiale

NaN – Not a Name, il nuovo podcast “esplosivo” sulle AI

NaN - Not a Name
con Michele Stingo, Enrico Iannucci

PODCAST

Health

La sostenibilità nel settore residenziale: comfort abitativo e rispetto dell’ambiente

Ospite: Paolo Mezzalama

GREENTOPIA
con Laura Scrimieri, Ilaria Tana

PODCAST

Madè (CONTENTS): così l'AI sta cambiando il mondo del lavoro
Intelligenza artificiale

Tommaso Madè (Contents): “Così l’AI sta cambiando il mondo del lavoro”

Ospite: Tommaso Madè

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile