START M'UP

Sporteams: la digitalizzazione è la chiave per la ripartenza dello sport

Intervista a Luca Bassilichi, Direttore Generale di Sporteams

 

 

In questo episodio di Start M’Up, Paolo Emilio Colombo dialoga con Luca Bassilichi, Direttore Generale e CSO di Sporteams Srl, nonché esperto di IT e innovazione digitale. Sporteams è una startup innovativa nata a Firenze a fine 2018.

La mission aziendale è supportare e accelerare il processo di rivoluzione digitale 4.0 dello sport italiano a livello giovanile, dilettantistico e amatoriale attraverso la creazione e commercializzazione, secondo il paradigma SaaS company, di una piattaforma dello sport che sfrutti le potenzialità delle nuove tecnologie, tra cui l’intelligenza artificiale e l’IoT.

La value proposition di Sporteams è focalizzata sullo sviluppo e l’integrazione di software open source, interconnessi tra loro e con altre soluzioni presenti sul mercato, secondo una logica a microservizi e di SSO, collaborando con key player e key partner del settore di riferimento.

 

 

Ascolta anche: Multiplayers ovunque, la febbre degli esports

 

 

L’obiettivo è la creazione di piattaforme multifunzionali fondate sul concetto di API economy, capaci di digitalizzare integralmente tutti i processi tipici delle comunità sportive, di uniformarne i flussi informativi, di connettere e far comunicare gli utilizzatori, così da poter introdurre logiche di marketing 4.0 secondo un modello data driven: profilazione dell’utenza e data monetization, nel rispetto totale di privacy e cybersicurezza.

Con Bassilichi abbiamo parlato dello stato della digitalizzazione dello sport dilettantistico in Italia, degli effetti della pandemia di Coronavirus sullo sport italiano, dei prodotti di cui si compone la suite Sporteams e di equity crowdfunding, soluzione scelta per finanziare il progetto imprenditoriale.

Sabrina Colandrea

 

 




Ospite

Luca Bassilichi

Formato alla Facoltà di Filosofia dell'Università di Firenze, dai primi anni ottanta è stato dirigente e azionista della Bassilichi Spa, società di famiglia operante nel settore dell'Information Technology e presente sul mercato con soluzioni informatiche per banche, pubbliche amministrazioni e imprese. Bassilichi è stato poi promotore del "Progetto Giotto", primo videodisco interattivo prodotto in Italia, esclusivamente dedicato al restauro di un'opera d'arte: il crocifisso giottesco della chiesa fiorentina di San Felice, il cui restauro è stato sponsorizzato dalla Bassilichi. Dall'elaborazione di questa esperienza è nato l'impegno dell'azienda nel settore dei beni culturali: il progetto "Committenze e artisti nelle collezioni fiorentine" che, nell'ambito dei "Giacimenti culturali", ha consentito la catalogazione elettronica di 30mila opere d'arte prodotte a Firenze dal Duecento al Cinquecento, e il progetto "Sistema informativo regionale dei beni culturali" che, oltre alla catalogazione elettronica di 150mila opere, ha contribuito alla realizzazione della prima rete regionale telematica capace di collegare in tempo reale 31 soprintendenze, centri e istituti culturali toscani. Successivamente l'attività di Bassilichi è stata caratterizzata nelle iniziative della Fondazione Mara Bassilichi, impegnata nella promozione del dibattito interdisciplinare sulle implicazioni culturali, economiche, politiche e sociali indotte dall'utilizzo delle tecnologie avanzate. Alcuni recenti interventi di Luca Bassilichi sul rapporto tra tecnologie dell'informazione, cultura e terziario sono stati pubblicati dall'editore Franco Angeli. Dal 2003 al 2007 è stato AD di Bassnet, azienda nata dal conferimento da parte di Bassilichi Spa del ramo di impresa "Ricerca e Sviluppo", di cui era Direttore, e che si occupa della progettazione e della realizzazione di soluzioni innovative nell'area delle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione con particolare riferimento alla sicurezza fisica e logica e all'accessibilità. In seguito è stato Direttore generale e CSO di HT Value, società di consulenza strategica, direzionale e digitale. Dal 2018 è Direttore generale e CSO di Sporteams, startup innovativa specializzata nell'offerta di servizi digitali al mercato dello sport non professionistico.

POTREBBERO INTERESSARTI

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore

Talk About IT

Parliamo degli impatti sullo sviluppo, sulle competenze diffuse e specialistiche, sulla trasformazione della forza lavoro, sulla stessa morfologia delle città non più punto di accumulazione

Cryptovalue

Cryptovalues

Di sicuro sta riscrivendo le regole della fiducia tra persone, enti e istituzioni: è la tecnologia Blockchain, un mondo che va ben oltre i bitcoin.