ROM-E: un futuro green è possibile

Il festival dell’ecosostenibilità a Roma dal 6 all’8 ottobre

 

Torna l’autunno e la capitale si anima di eventi. Prima la Rome Future Week, ora ROM-E e a breve la Maker Faire Rome – The European Edition. Questa volta ci immergiamo in un possibile futuro verde. ROM-E, infatti, è il festival che ci porterà nel cuore dell’ecosostenibilità, delle nuove fonti di energia e della mobilità intelligente. L’evento parte oggi presso la Casa del Cinema, a Villa Borghese, e continuerà il 7-8 ottobre 2023 in diverse location suggestive, tra cui Villa Borghese, Piazza Mignanelli, Largo dei Lombardi e Ponte Milvio.

ROM-E potrebbe essere un’opportunità unica per unirci alla conversazione su un futuro sostenibile e sperimentare in prima persona le innovazioni più recenti in questo campo.

 

 

Leggi anche: Manager della sostenibilità, chi è e cosa fa?

 

 

Cosa aspettarsi da ROM-E

ROM-E si prefigge l’obiettivo di essere molto più di un festival per gli addetti ai lavori: infatti, mira a raccogliere l’entusiasmo di un pubblico di tutte le età e mansioni. Come? Differenziando la proposta di incontri. Ecco i quattro pilastri principali.

  1. L’energia di domani. Saranno presentate le ultime novità nel mondo dell’energia sostenibile e ci saranno incontri su come si sta trasformando la nostra società.
  2. La transizione della mobilità. Tanta Smart Mobility, dalle auto elettriche alle soluzioni di trasporto pubblico sostenibili. Saranno disponibili anche test drive per far vivere la scelta pratica della guida zero emissioni.
  3. Giovani e ambiente. ROM-E crede nella necessità di coinvolgere i più giovani nella lotta per un pianeta più pulito. Ci saranno, quindi, attività speciali per i più piccoli, progettate per educarli alla sostenibilità e alll’ecologia fin dalla tenera età.
  4. Sport e sostenibilità. Saranno presenti iniziative legate allo sport che promuovono uno stile di vita più sano e verde. Come andiamo a lavoro? Chi sceglie ancora l’auto personale?

Qui il programma completo.

 

 

Ascolta il nostro podcast: Il futuro della Smart Mobility

 

 

I numeri della seconda edizione di ROM-E

Quanti avventori accoglierà la fiera quest’anno, giunto alla sua terza edizione? Si possono solo fare ipotesi, ma possiamo partire dai numeri dello scorso anno.

La seconda edizione di ROM-E, tenutasi nel weekend del 1 e 2 ottobre 2022, ha segnato un incredibile successo con un’affluenza media di oltre 200.000 persone. Questo impressionante numero testimonia l’interesse crescente, che anche in Italia sta suscitando il tema della sostenibilità. ROM-E si sta davvero affermando come uno degli eventi più significativi nel panorama dell’ecologia e della mobilità intelligente, e non vediamo l’ora di sapere quali saranno i numeri di questa edizione.

 

Leggi anche: Dal 20 al 22 ottobre 2023 torna “Maker Faire Rome – The European Edition” alla Fiera di Roma

Francesca Ponchielli

A cura di

In questo articolo:

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

Fenomenologia del cyberstalking e violenza di genere in rete

Ospite: Elisa Giomi

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Pornhub e il Digital Service Act: nuove regole per la tutela online
Big Data

Gli impatti del Digital Services Act. Il caso Pornhub

Ospite: Fulvio Sarzana, Marco Scialdone

A LITTLE PRIVACY, PLEASE!
con Sergio Aracu, Marco Trombadore

PODCAST

Nell'ultimo decennio, la guida autonoma ha catturato l'immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo. Un fenomeno che ha trascinato con sé promesse di maggiore sicurezza stradale, efficienza e comodità. Tuttavia, dietro questa innovazione che sembra appartenere a un futuro lontano, si cela un intricato labirinto di responsabilità legali e sfide normative che devono ancora essere affrontate e risolte. Il Professore Enrico Al Mureden, figura di spicco nel panorama giuridico e accademico italiano, ci accompagna in un viaggio attraverso i livelli della guida autonoma, svelando le complessità che circondano questo fenomeno. I Livelli della Guida Autonoma: Decifrando la Classificazione SAE Quando si parla di guida autonoma, ci si imbatte spesso nei livelli definiti dalla Society of Automotive Engineers (SAE). Questi livelli, che vanno dall'1 al 5 (con l'aggiunta del "Livello 0"), delineano il grado di automazione presente nei veicoli. Da automobili "storiche" che richiedono l'input completo del conducente (Livello 0) fino alla piena automazione senza necessità di intervento umano (Livello 5), il panorama è estremamente variegato. La Responsabilità Legale: Un Terreno Ancora Inesplorato Con l'avvento della guida autonoma, sorgono interrogativi cruciali riguardanti la responsabilità legale in caso di incidenti o malfunzionamenti dei sistemi autonomi. Chi è da ritenere responsabile in situazioni di emergenza? Il conducente? Il produttore del veicolo? O forse entrambi? Il quadro normativo attuale non offre ancora risposte esaustive a queste domande, lasciando un vuoto che deve essere colmato al più presto. Sebbene siano stati fatti passi avanti, come l'introduzione dell'articolo 34bis "Guida Autonoma", ci troviamo ancora di fronte a una fase di transizione e adattamento. L'Integrazione Tecnologica e Sociale: Una Sinergia Necessaria La guida autonoma non è solo una questione di tecnologia, ma anche di integrazione sociale e legale. È cruciale coinvolgere esperti non solo nel campo dell'ingegneria, ma anche della filosofia, sociologia e giurisprudenza per garantire un approccio olistico e sostenibile a questa rivoluzione. Il Futuro della Guida Autonoma: Oltre le Macchine Isolate È importante ricordare che la guida autonoma non esiste in un vuoto tecnologico, ma è parte integrante di un contesto più ampio. La collaborazione tra settori e la revisione delle normative sono fondamentali per garantire una transizione fluida verso un futuro in cui la guida autonoma sarà la norma piuttosto che l'eccezione. In conclusione, la guida autonoma rappresenta una delle sfide più affascinanti e complesse del nostro tempo. Tuttavia, affrontare queste sfide richiede non solo innovazione tecnologica, ma anche una profonda riflessione etica e legale. Solo integrando tutte queste componenti potremo realizzare pienamente il potenziale trasformativo della guida autonoma, garantendo nel contempo la sicurezza e la responsabilità per tutti gli attori coinvolti.
Governance tecnologica

Guida autonoma: tecnologia e responsabilità legale

Ospite: Enrico Al Mureden

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile

PODCAST

Cultura e Società

La solitudine del sopravvissuto

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

PATRIZIA RUTIGLIANO (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Donne al centro della scienza: quanto manca alla rivoluzione?
Cultura e Società

Donne al centro della Scienza: quanto manca alla rivoluzione?

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci