Manager della sostenibilità, chi è e cosa fa?

Report LinkedIn: il manager della sostenibilità è al secondo posto tra i lavori più richiesti in Italia oggi

 

 

La classifica 2023 dei lavori in crescita, basata su dati LinkedIn, rivela le 25 professioni in più rapida ascesa negli ultimi cinque anni, in un lasso di tempo che va da gennaio 2018 a luglio 2022. Al secondo posto di questo report troviamo il manager della sostenibilità, ma di cosa stiamo parlando? Cosa fa questa figura? 

Il Sustainability Manager ha come obiettivo il miglioramento di alcuni processi e comportamenti aziendali, da trasformare nell’ottica di una costante e crescente attenzione all’ambiente. Assume nomi diversi a seconda dei Paesi e delle aziende che incorporano questa figura nel proprio organico. Il 53% dei professionisti assunti in grandi e medie imprese per questo ruolo rivestono ruoli dirigenziali e molti di essi sono donne: l’attuale distribuzione per genere vede il 63% di donne e il 37% di uomini.”

Per un Paese come l’Italia, nel quale il tasso di occupazione femminile è ancora al di sotto della media europea, non è una percentuale da dimenticare. Forse siamo finalmente di fronte a un settore senza soffitti di cristallo da abbattere?

 

 

Leggi anche Un lavoro 100% da remoto: pro e contro

 

 

Veniamo ora alle competenze del manager della sostenibilità.

Dallo studio “L’evoluzione organizzativa della sostenibilità nelle aziende italiane“:

“Il Sustainability Manager deve conoscere il business, il sistema di offerta delle tecnologie, del mercato e dei processi produttivi in cui opera. Deve avere la capacità di dialogare con le altre funzioni, per avere contezza delle caratteristiche e dei temi cruciali del business. Deve conoscere le traiettorie ambientali e sociali rilevanti e le loro implicazioni per il settore connesse al sistema dei rischi. Inoltre, deve avere sensibilità strategica, capacità di relazione e comunicazione, nonché capacità progettuale. Secondo lo studio, il 40% di queste figure sono maturate nell’ambito delle relazioni istituzionali.”

 

 

Ascolta il nostro podcast: Non chiamatelo Smart Working. Riprogettare gli spazi per la Gender Equality

 

 

Perché le aziende in Italia stanno cercando questa figura proprio ora? Partiamo dalla Politica.

Il Decreto Legislativo n. 254 del 30 dicembre 2016 sancisce “l’obbligo, per le imprese pubbliche, di presentare una dichiarazione di carattere non finanziario. La dichiarazione in questione deve essere incentrata su tematiche relative al personale, al rispetto dei diritti umani e ovviamente agli aspetti ambientali dell’operatività.” All’interno del DL, inoltre, sono riportati gli ambiti minimi per i quali sono richieste le rendicontazioni delle attività, la cui redazione prevede la libertà di scelta per quanto riguarda “gli standard, i KPI (Key Performance Indicator) e le metodologie di calcolo. La dichiarazione può essere presentata in forma volontaria e semplificata anche dalle imprese non sottoposte ad obbligo dalla normativa”.

Alla luce di questa direttiva e data la gestione complessa, sia burocratica sia operativa, di questi passaggi, un numero sempre maggiore di imprese e pubbliche amministrazioni scelgono di affidare il management a profili qualificati specifici. Ed è in questo contesto politico ed economico che nasce la professione del manager della sostenibilità. 

Entro il 2030, quante e quali altre PMI (la maggioranza del mercato italiano) vorranno o dovranno affidarsi a questa nuova figura?

 

 

Quali sono gli altri lavori più richiesti in Italia oggi? Leggi il nostro articolo

 

 

Spiegato di che figura si tratta, cercheremo di capire insieme come si diventa manager della sostenibilità. Intanto, quali sono i percorsi formativi possibili?

Francesca Ponchielli

A cura di

In questo articolo:

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

La solitudine del sopravvissuto

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Donne al centro della scienza: quanto manca alla rivoluzione?
Cultura e Società

Donne al centro della Scienza: quanto manca alla rivoluzione?

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

NaN - nuovo podcast
Intelligenza artificiale

NaN – Not a Name, il nuovo podcast “esplosivo” sulle AI

NaN - Not a Name
con Michele Stingo, Enrico Iannucci

PODCAST

Health

La sostenibilità nel settore residenziale: comfort abitativo e rispetto dell’ambiente

Ospite: Paolo Mezzalama

GREENTOPIA
con Laura Scrimieri, Ilaria Tana

PODCAST

Madè (CONTENTS): così l'AI sta cambiando il mondo del lavoro
Intelligenza artificiale

Tommaso Madè (Contents): “Così l’AI sta cambiando il mondo del lavoro”

Ospite: Tommaso Madè

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile