LEGALTECH SHOW

Gli assistenti virtuali persuasivi: una questione di diritto

Intervista ad Antonio Perfido

 

Ritorna LegalTech Show! Nel corso di questa nuova stagione si cercherà ancora una volta di indagare gli spazi che uniscono sia il mondo legal che quello tech, nel panorama italiano e internazionale.

In questa prima puntata, come sempre in collaborazione con lo Studio Legale BLB e la Community di Legaltech Italia, i nostri speaker Silvano Lorusso e Nicolino Gentile hanno intervistato Antonio Perfido, ideatore e fondatore di Convergent Marketing e co-fondatore di The Digital Box.

Siamo nell’epoca della convergenza, ogni aspetto della nostra vita passa attraverso l’elemento convergente per antonomasia: lo smartphone. Questa rivoluzione ci permette di rimanere connessi, accedere a beni e servizi, ma anche relazionarci con i famigerati assistenti virtuali, la nuova generazione degli ormai non più giovanissimi chat bot.

Si inizia a parlare di un vero e proprio Artificial Human, a che punto si trova questa tecnologia?

 

Ascolta anche: Legal e Tech: chi detta le regole in Italia?

 

Dal 2016, i chat bot rispondono alle domande che gli utenti pongono 24h su 24, ma si stanno evolvendo, seguendo una linea di sviluppo che punta a rendere sempre più emozionali le relazioni. In questa direzione si stanno muovendo i progettisti e gli sviluppatori che quindi per prima cosa cercano di migliorare le interfacce. Infatti, le macchine devono ispirarsi ogni giorno di più e, aggiornamento dopo aggiornamento, alle persone.

L’introduzione di Avatar 3D che rappresentano l’uomo anche nelle movenze non è che un passaggio ulteriore in questa direzione, viaggiamo su un treno che ci sta conducendo ad alta velocità verso il Metaverso.

Quali sono le differenze maggiori tra il chat bot di ieri e l’assistente virtuale di oggi?

 

Leggi anche: Metaverso: oltre la realtà virtuale

 

QuestIt ha presentato un assistente in grado di leggere le emozioni delle persone con cui si relaziona, valuta la loro emotività e il contesto di riferimento e adegua poi il suo parlato allo stato d’animo del soggetto. In che modo?

Gli ingegneri riescono ad associare i dialoghi in base a contesti e stati emozionali del cliente e si è iniziato anche a parlare di persuasione. L’AI potrebbe sfruttare delle leve di marketing simulando in tutto per tutto i meccanismi di vendita del buon commerciante. L’assistente potrebbe suggerire acquisti e prodotti in base all’entusiasmo che la persona ha dimostrato su un prodotto, ad esempio su un sito web. Come una figura empatica, capirebbe quando proporre uno scenario e quando invece passare alla conversazione uomo-uomo.

“Un assistente virtuale non può fare danni peggiori di un uomo del customer care con il mal di testa”, afferma, tra il serio e il faceto, il nostro ospite, Antonio Perfido.

 

Ascolta anche: L’intelligenza artificiale che legge la legge

 

Questa evoluzione ha naturalmente un risvolto legale, dato che è evidente una connessione fortissima con il campo della moralità o della cosiddetta “roboetica”. Dunque, se analizziamo questi moderni assistenti virtuali con l’occhio del giurista, quali problematiche emergono?

Non resta che ascoltare il podcast.

Francesca Ponchielli

 

 

Ospite

Antonio Perfido

Laureato in Economia all'Università degli Studi di Bari. Ha maturato significative esperienze nel settore eCommerce per i più importanti team calcistici: FC Juventus, AC Milan, ACF Fiorentina, Torino Calcio, U.C. Sampdoria e realizzato strategie di vendita online per Piccole e Medie Imprese. Tra i fondatori di The Digital Box, “AI First Company” italiana leader nello sviluppo di "tecnologie di Intelligenza Artificiale evolute, ma alla portata di tutti”, per il supporto e la crescita del business in ambito Marketing, Comunicazione e Service. Antonio Perfido è l'ideatore del Convergent Marketing: una metodologia operativa, potenziata dall’AI, con cui viene generato interesse, coinvolgimento e conversione raggiungendo il singolo utente con comunicazioni emozionali rilevanti e pertinenti.

POTREBBERO INTERESSARTI

Xam Xam

Il nuovo programma di Radio Activa in collaborazione con WeAfricansUnited che viaggia alla scoperta delle innovazioni del continente africano. Un percorso che porta alla luce

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo