WOW - WOMEN ON WEB

LUCIA CHIERCHIA (Gellify): Cos’è e cosa fa Gellify?

Intervista all’ingegnera e Managing Partner di Gellify, Lucia Chierchia

 

 

2023, Italia. A che punto siamo con la Digital Trasformation? Quante imprese, siano esse startup nascenti o consolidate realtà, possono dire di aver attraversato il ponte dell’Innovazione al 100%? Esistono oggi, nel nostro Paese, società che non solo costruiscono il ponte, ma aiutano altri a guadarlo? La risposta breve è che esistono e, spoiler, una queste si chiama Gellify.

Nella nuova puntata di WoW -Women on Web, le nostre speaker, Federica Meta e Francesca Pucci, ne parlano in compagnia dell’ingegnera e Managing Partner di Gellify, Lucia Chierchia.

 

 

Leggi e ascolta anche Italia: 2,1 mld di investimenti in startup Hi-Tech

 

 

L’IDENTIKIT

Gellify aiuta le organizzazioni a implementare nuovi modelli di business, roadmap tecnologiche, strategie e prodotti digitali, anche grazie al suo portafoglio di asset software B2B. Il progetto è così ambizioso che, dopo il suo debutto sul mercato, è stato coniato un neologismo: gellificazione. Che cosa significa?

Queste le parole della nostra ospite, Lucia Chierchia.

Gellificazione è essenzialmente una metafora che nasce da un parallelismo tra gli stati della materia e le fasi di vita di un’impresa, qualsiasi impresa. Pensiamo per esempio a una startup: inizialmente hai l’aria, ossia una buona idea che nasce da un team brillante, pian piano l’aria diventa liquida quando inizi a fatturare, ma sogni di diventare solida, ossia di avere una crescita sostenibile sul mercato. Per effettuare questo passaggio dal liquido al solido un’azienda deve, diciamo noi, gellificarsi, ossia costruire tutti gli asset mancanti. Quindi un asset che riguarda la tecnologia, uno per il business, poi il canale di mercato, ma anche le persone. Però abbiamo scoperto che il termine gellificazione probabilmente può riguardare anche le imprese che, invece, sono già solide. Imprese che magari esistono anche da 100 anni sul mercato e che si stanno un po’ mettendo in discussione e allora forse, nel loro caso, il passaggio di stato è inverso: dal solido al liquido. Si devono fluidificare, ossia devono un po’ cambiare pelle, cambiare DNA per innovarsi.”

Una metafora che in realtà può abbracciare la totalità del panorama imprenditoriale italiano. Quanti si prendono la responsabilità di mettersi in discussione e hanno consapevolezza del fatto che il ponte dell’Innovazione va finalmente attraversato?

 

 

Ascolta le altre puntate del nostro podcast Wow – Women on Web

 

 

Ancora, il mondo delle startup è maschile o maschilista?

Stando ai numeri la presenza femminile nel mondo delle startup è ancora scarsa. Secondo Unioncamere il numero delle startup dirette da donne è cresciuto del 40% nell’ultimo biennio, eppure le imprese innovative femminili restano il 13,6% del totale delle startup, percentuale assimilabile a quella registrata due anni prima (13,5%).

Eppure in questa intervista abbiamo l’occasione di discutere con un’insider del settore. Lucia Chierchia, infatti, ha fatto una scelta in controtendenza.

Ascolta il nostro podcast per capire navigare in questo mondo.

 

Leggi anche Startup Act: che futuro ci aspetta?

Ospite

Lucia Chierchia

Classe ’74, Lucia Chierchia, dopo una vita da ingegnera meccanica, si è reinventata imprenditrice in ambito digital. Oggi, infatti, è Ambassador & Open Innovation Ecosystem Lead di GELLIFY, piattaforma di innovazione B2B che connette aziende consolidate con startup innovative. Fin da bambina Chierchia sognava di diventare ingegnera: la mamma l’aveva soprannominata Grisù, come il protagonista […]

Potrebbero interessarti

PODCAST

L'esplorazione delle diverse strategie per avere successo con i moderni prosumer, anche nel mondo retail
People

Oltre il SaaS, il Customer Success in tutti i settori

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca

PODCAST

People

Misurare il successo: una moneta a due facce

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca

PODCAST

People

Differenze tra Customer Success e Customer Service

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca

PODCAST

La prassi di riferimento per i professionisti del Customer & Data Management è realtà
Big Data

La prassi di riferimento per i professionisti del Customer & Data Management è realtà

IT'S RAINING BOTS
con Sabrina Colandrea

PODCAST

Netflix, Spotify, Lynk & Co e Washpass: cosa hanno in comune?
People

Cos’è il Customer Success e perché dovrebbe interessarmi?

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca

PODCAST

Nell'ultimo decennio, la guida autonoma ha catturato l'immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo. Un fenomeno che ha trascinato con sé promesse di maggiore sicurezza stradale, efficienza e comodità. Tuttavia, dietro questa innovazione che sembra appartenere a un futuro lontano, si cela un intricato labirinto di responsabilità legali e sfide normative che devono ancora essere affrontate e risolte. Il Professore Enrico Al Mureden, figura di spicco nel panorama giuridico e accademico italiano, ci accompagna in un viaggio attraverso i livelli della guida autonoma, svelando le complessità che circondano questo fenomeno. I Livelli della Guida Autonoma: Decifrando la Classificazione SAE Quando si parla di guida autonoma, ci si imbatte spesso nei livelli definiti dalla Society of Automotive Engineers (SAE). Questi livelli, che vanno dall'1 al 5 (con l'aggiunta del "Livello 0"), delineano il grado di automazione presente nei veicoli. Da automobili "storiche" che richiedono l'input completo del conducente (Livello 0) fino alla piena automazione senza necessità di intervento umano (Livello 5), il panorama è estremamente variegato. La Responsabilità Legale: Un Terreno Ancora Inesplorato Con l'avvento della guida autonoma, sorgono interrogativi cruciali riguardanti la responsabilità legale in caso di incidenti o malfunzionamenti dei sistemi autonomi. Chi è da ritenere responsabile in situazioni di emergenza? Il conducente? Il produttore del veicolo? O forse entrambi? Il quadro normativo attuale non offre ancora risposte esaustive a queste domande, lasciando un vuoto che deve essere colmato al più presto. Sebbene siano stati fatti passi avanti, come l'introduzione dell'articolo 34bis "Guida Autonoma", ci troviamo ancora di fronte a una fase di transizione e adattamento. L'Integrazione Tecnologica e Sociale: Una Sinergia Necessaria La guida autonoma non è solo una questione di tecnologia, ma anche di integrazione sociale e legale. È cruciale coinvolgere esperti non solo nel campo dell'ingegneria, ma anche della filosofia, sociologia e giurisprudenza per garantire un approccio olistico e sostenibile a questa rivoluzione. Il Futuro della Guida Autonoma: Oltre le Macchine Isolate È importante ricordare che la guida autonoma non esiste in un vuoto tecnologico, ma è parte integrante di un contesto più ampio. La collaborazione tra settori e la revisione delle normative sono fondamentali per garantire una transizione fluida verso un futuro in cui la guida autonoma sarà la norma piuttosto che l'eccezione. In conclusione, la guida autonoma rappresenta una delle sfide più affascinanti e complesse del nostro tempo. Tuttavia, affrontare queste sfide richiede non solo innovazione tecnologica, ma anche una profonda riflessione etica e legale. Solo integrando tutte queste componenti potremo realizzare pienamente il potenziale trasformativo della guida autonoma, garantendo nel contempo la sicurezza e la responsabilità per tutti gli attori coinvolti.
Governance tecnologica

Guida autonoma: tecnologia e responsabilità legale

Ospite: Enrico Al Mureden

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile