STRANGER BOOKS

Elena Mearini: “I passi di mia madre”, ovvero l’apertura al vuoto positivo

“La stesura di ogni romanzo ti porta ad attraversare territori che ti stanno dentro, con I passi di mia madre e la forma della lettera mi sono trovata a vivere una sorta di confessione con me stessa”, Elena Mearini

 

I passi di mia madre (Morellini Editore, 2021) di Elena Mearini è un romanzo di sentimenti. Da un lato l’amore, di una figlia per la madre. Dall’altro, il vuoto. Assordante. Onnipresente.

Agata, l’editor protagonista del libro, vive una vita di assenze. Prima quel vuoto allo stomaco, e i disordini alimentari che ne conseguono. Poi l’improvviso abbandono della madre, sparita senza lasciare traccia. E in ultimo, quel bisogno di affetto che Samuele, amante scostante, non vuole colmare.

Agata è pregna di un vuoto negativo, fatto di abbandono, perdita, inadeguatezza.

Ma un giorno qualcosa cambia. Agata decide di mettere per iscritto la storia della madre. Una lunga lettera-romanzo, per capire i perché dietro l’abbandono. Tornano i ricordi, si riaccende l’appetito. Il finale? Sorprende. Sta al lettore scoprire in che modo…

 

Ascolta anche: Needo: l’asilo viaggiante fatto di container

 

Elena Mearini scrive per immagini. Ogni pagina è una pennellata, un dettaglio prezioso. Un riflesso in controluce. Uno stile che viene esaltato dai riferimenti letterari che punteggiano il libro, forse “deformazione professionale” di un’autrice che è docente di scrittura creativa e poetessa.

Ma I passi di mia madre, oltre alla bellezza della prosa, si rivela terreno riflessione: “La prima esperienza che noi facciamo del vuoto è il grembo materno, un vuoto che accoglie, che si presta a noi. Un vuoto positivo”, spiega Elena Mearini. “Quando veniamo al mondo, invece, spesso abbiamo a che fare con un vuoto che è contenitore di mostri e di paure. I passi di mia madre è per me anche un addio al vuoto inteso in un’accezione negativa, per scoprire e aprirmi a un vuoto più positivo”.

Cosa è il vuoto? Come raccontarlo? E come veicolarlo in un Extended Book? Elena Mearini, Mauro Morellini e Alessandra Pagani provano a dare una risposta in questo podcast. È il momento di premere play!

Eleonora Medica

 

 

Ospite

Elena Mearini

Elena Mearini vive a Milano ed è autrice e docente di scrittura creativa e poesia. Ha pubblicato una raccolta di poesia per Liberaria editore, Strategie dell’addio, e due per Marco Saya Editore, Per silenzio e voce e Separazioni. Nella narrativa ha esordito con 360 gradi di rabbia per Excelsior 1881, e poi ha pubblicato A testa in giù, […]

Mauro Morellini

Nonostante sia allergico agli acari della carta, Mauro Morellini si è sempre occupato di libri, attraversando vari ambiti, dall’editoria scolastica, alla turistica, alla narrativa, ricoprendo vari ruoli, tra i quali quello di consulente dell’Associazione Italiana Editori e di direttore marketing di IBS. Nel 2004 ha fondato la casa editrice che porta il suo nome. I […]

Potrebbero interessarti

PODCAST

People

Leadership e competenze trasversali. L’impatto dell’ambiente multigenerazionale

Ospite: Bruna Putzulu

SPECIALE RADIO ACTIVA+
con Giulia Borgherese

PODCAST

Cultura e Società

The Matilda Effect e perché ancora oggi non lo abbiamo superato

Ospite: Martina Lascialfari

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Cultura e Società

Il suo nome è “una parola che uccide”: il messia nella Science Fiction

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Intelligenza artificiale

Leadership e competenze trasversali. L’AI nei cambiamenti organizzativi

Ospite: Maria Teresa Cuomo

SPECIALE RADIO ACTIVA+
con Giulia Borgherese

PODCAST

Cultura e Società

Ragazze Digitali contro il pregiudizio

Ospite: Barbara Santi

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Big Data

Tutto sul nuovo Codice di condotta delle Agenzie per il Lavoro

Ospite: Anna Cataleta, Rocco Panetta

A LITTLE PRIVACY, PLEASE!
con Sergio Aracu