OLL IN

La gestione dell’emergenza e da dove ripartire

Intervista a Elio Borgonovi, professore di Economia delle Pubbliche Amministrazioni presso l’Università Bocconi

 

 

Il diffondersi del Coronavirus ha posto, e pone ancora, questioni di metodo, domande cui è necessario rispondere. Partendo dalla situazione pre-emergenza del Sistema Sanitario Nazionale, Francesco Andriani intervista Elio Borgonovi, professore di Economia e Management delle Amministrazioni Pubbliche presso l’Università Bocconi, nonché Presidente del Centro di Ricerche sulla Gestione dell’Assistenza Sanitaria e Sociale.

Nell’editoriale “Un microrganismo costringe a ripensare al rapporto ordine-disordine”, pubblicato sul numero di marzo della rivista “Mecosan”, Borgonovi scriveva: “I reparti di cure intensive e i servizi di emergenza erano stati dimensionati in funzione di patologie quali infarti, ictus, gravi incidenti stradali, la cui frequenza e incidenza derivavano da esperienze, statistiche, standard tratti dalla letteratura. Queste soluzioni erano dettate da criteri di razionalità funzionale e organizzativa o da obiettivi di efficienza ed economicità. Ammettevano margini di flessibilità e adattamento limitati. Questo modello di ordine è saltato completamente di fronte a una situazione di salute disruptive.”

 

 

Ascolta anche: Speciale Covid-19. La fase 2 in Lombardia, intervista ad Alessandro Jachetti, medico del Pronto Soccorso del Policlinico di Milano

 

 

È innegabile che la pandemia ha indotto ad agire con nuovi paradigmi: rafforzare, anche tramite imposizioni di legge, la prevenzione; aumentare al massimo le cure intensive, anche riconvertendo in reparti Covid-19 altri spazi all’interno degli ospedali, in strutture dismesse o in ospedali da campo; intraprendere collaborazioni pubblico-privato tra imprese, pubbliche amministrazioni, istituzioni non profit e di volontariato, concertazioni tra sindacati e rappresentanti delle imprese per misure a sostegno dell’economia.

Ma questi nuovi paradigmi sono destinati a durare o si tornerà al vecchio ordine una volta usciti dalla fase emergenziale? Quale approccio è da considerarsi più auspicabile: lavorare per accelerare, semplificare, aggiornare i modelli decisionali esistenti oppure ripensare i modelli di riferimento? L’intervista al professor Borgonovi – tra le altre cose autore del testo “Le aziende del Sistema Sanitario Nazionale e il processo manageriale incompiuto” – si propone di dare risposta a queste domande.

 

Sabrina Colandrea

 

 

Ospite

Elio Borgonovi

Elio Borgonovi è professore ordinario di Economia e Management delle amministrazioni pubbliche presso l’Università Bocconi. In precedenza ha insegnato presso l’Università degli studi di Parma e l’Università degli studi di Trento. Nel 1978 ha fondato il CERGAS (CEntro Ricerche Gestione Assistenza Sanitaria e Servizi Sociali) di cui è Presidente, dopo esserne stato a lungo direttore. […]

POTREBBERO INTERESSARTI

Le promesse del Forum Verso Sud - Libro Bianco -Verso Sud - Forum da Sorrento - Ambrosetti

Speciale Verso sud

La nostra inviata speciale sul campo, Sabrina Colandrea, da Sorrento, ci guida alla scoperta dei nuovi progetti tecnologici, economici e politici con tanti ospiti internazionali.

Versace

On Top

Un nuovo viaggio powered by Radio Activa: vi sveliamo le storie dei migliori imprenditori e delle migliori imprenditrici del nostro Paese. I racconti di come

Ecosystem Stories - Metaversi - Prof. Giovanni B. Barone, direttore Divisione Sistemi CSI dell'Università Federico II di Napoli; Edward Abbiati, Chief Marketing Officer - Engineering; Gianluca Polegri, direttore Digital Solutions - Engineering

Ecosystem Stories

Una serie di incontri in collaborazione con Engineering per raccontare come l’innovazione ci aiuterà a trasformare, in meglio, il mondo in cui viviamo e lavoriamo.

Intervista a Anna Aikohi, Head of Analytics di Space in Africa La corsa allo spazio del continente africano - Xam Xam

Xam Xam

Il nuovo programma di Radio Activa in collaborazione con WeAfricansUnited che viaggia alla scoperta delle innovazioni del continente africano. Un percorso che porta alla luce