TÉCHNE

Esperti di AI cercasi. Ecco le competenze digitali e le professioni più richieste

L’evoluzione delle nuove tecnologie e i ritmi vorticosi della trasformazione digitale impongono alle aziende di tenere il passo. Servono competenze digitali sempre più specifiche e settoriali.

 

“Esiste una forte carenza di figure professionali specializzate per il settore ICT, il bacino a cui attingere è scarso. Vediamo sempre più spesso laureati in matematica, fisica o statistica prestati al mondo dell’informatica”. Queste le parole di Aldo Borelli, Direttore tecnico scientifico di Borelli R&D e di R&S Mangement.  Iscritto all’albo degli esperti del Ministero Università Istruzione e Ricerca come consulente e valutatore scientifico. In questa prima puntata di Téchne, condotta da Giulia Borgherese, Borelli parla di competenze digitali e delle figure professionali più ricercate in ambito informatico.

Stando ai dati del report 2019 elaborato dall’Osservatorio delle Competenze Digitali, la figura più ricercata è quella del developer, lo sviluppatore di software per piattaforme web, seguita a ruota da quella del digital consultant e del digital media specialist. Le stime parlano poi di oltre 4500 posti vacanti per le nuove professioni altamente specialistiche legate alla trasformazione digitale. Tra questi, gli specialisti in Intelligenza Artificiale, in Big Data, in blockchain ma soprattutto nelle nuove discipline dell’Iot e della robotica. Secondo l’esperienza di Aldo Borelli, a mancare sono soprattutto gli analisti dei dati, tra le figure più difficili da reperire. “L’Europa ci offre l’esempio di una formazione post scolare più settoriale, quello della Germania e dell’Olanda. In Italia non siamo stati da meno ma forse abbiamo attivato queste misure troppo tardi” spiega Borelli.

 

Ascolta anche: Educational Technologies e AI

 

A preoccupare è anche la posizione arretrata dell’Italia rispetto agli altri paesi Ue per quanto riguarda le competenze digitali, al terzultimo posto fra i 28 Stati membri dell’UE. Il 28,9% dei profili infatti, è difficile da reperire per inadeguatezza o ridotto numero di candidati. Il risultato è spesso una carenza di competenze digitali per le Pmi. Per trovare una soluzione a questo problema, a ottobre 2020 la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha firmato un decreto che istituisce il Fondo Nuove Competenze, uno strumento da 730 milioni a sostegno delle imprese nei percorsi di riqualificazione professionale dei lavoratori.

 

Luisa Vittoria Amen


Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ospite

Aldo Borelli

Aldo Borelli, Direttore tecnico scientifico di Borelli R&D e di R&S Mangement. E’ iscritto all’albo degli esperti del Ministero Università Istruzione e Ricerca come consulente e valutatore scientifico nell’ambito di sistemi di elaborazione delle informazioni, statistica matematica, probabilità e ricerca operativa.

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

Hakeem Oluseyi: dalla strada allo spazio

XAM XAM
con Sarah Kamsu

PODCAST

People

Connecting Talents, dove talento e idee si incontrano

Ospite: Elena Accorinti

START UP & HOLD ON
con Sabrina Colandrea

PODCAST

Politica e Innovazione

La transizione digitale del sistema finanziario

Ospite: Liliana Fratini Passi

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Governance Tecnologica

Il futuro della Smart Mobility

Ospite: Paola Dameri, Paolo Lanari, Paola Poli

ECOSYSTEM STORIES
con Paolo Emilio Colombo

PODCAST

Cultura e Società

Il diritto all’oblio nell’era digitale

Ospite: Claudio Sarzotti, Chiara De Robertis

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile

PODCAST

Politica e Innovazione

Il progetto BASE ITALIA: etica e futuro per il Paese

Ospite: Marco Bentivogli

OLL IN
con Lelio Borgherese