SPECIALE RADIO ACTIVA

The New Reality

Tra politica territoriale e disintermediazione del digitale

 

 

Un nuovo appuntamento con lo Speciale Radio Activa. Oggi il nostro speaker Marco Borgherese, Vice Presidente del Gruppo Activa, ha intervistato Luciano Floridi, Professore di Filosofia ed Etica dell’Informazione presso l’University of Oxford, dove è anche Direttore del Digital Ethics Lab dell’Oxford Internet Institute, e Professore di Sociologia della Comunicazione presso l’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna. In questa seconda parte dell’intervista facciamo un ulteriore passo in avanti nella comprensione della nuova realtà che la transizione digitale ci sta facendo vivere. Come ben sappiamo, infatti, Internet ci permette di accedere a servizi e beni da qualsiasi punto del pianeta e in qualsiasi momento. Nessun essere umano è più costretto a usufruire delle sole opportunità del mondo fisico più prossimo a lui.

Si tratta della fine dell’analogico? Esisterà davvero solo il mondo Meta o sono solo sensazionalismi?

 

 

Ascolta anche: La governance digitale al di là dell’individualismo

 

 

Parallelamente, per riuscire a varcare la soglia di queste nuove frontiere digitali, servono persone con grandi capacità e competenze che sappiano dirigere e indirizzare il cambiamento. Il Professor Floridi ci ricorda, infatti, che il nostro presente non è così prodigiosamente all’avanguardia:

Stiamo raccogliendo oggi decenni di cattivi investimenti nella formazione. La formazione di un ingegnere non avviene schioccando le dita. La governance, non solo digitale, non la fai dall’oggi al domani. Noi stiamo raschiando il barile per mancanza di capitale umano con grandi capacità. Manca una visione del futuro e di come si arrivi ad attuare questo futuro.

 

 

Ascolta anche: Ripartire da Innovazione, Ricerca, semplificazione

 

 

La tanto proclamata libertà offerta da questa rete interconnessa è però limitata, nella sua applicazione fattuale, dalle linee guida legislative dei diversi Paesi del mondo. Non tutti gli Stati infatti applicano la stessa politica e, perfino all’interno di uno stesso territorio, la cultura, la mentalità, i fondi per la formazione, il rapporto con i media non sono unitari.

Come conciliare quindi questa disomogeneità, ancora fortemente novecentesca, alle nuove possibilità del digitale? Come governare questa frammentarietà? Ci sono e ci saranno persone in grado di gestire questa trasformazione?

Francesca Ponchielli

 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ospite

Luciano Floridi

Filosofo italiano, naturalizzato britannico. Tra le voci più autorevoli della filosofia contemporanea, dal 2013 professore ordinario di Filosofia ed etica dell’informazione presso l’Oxford Internet Institute della Oxford University, dove dal 2017 dirige il Digital Ethics Lab, e chairman del Data Ethics Group dell’Alan Turing Institute. Ha reso famosi, anche per i non addetti ai lavori, […]

Potrebbero interessarti

PODCAST

Cultura e Società

Hakeem Oluseyi: dalla strada allo spazio

XAM XAM
con Sarah Kamsu

PODCAST

People

Connecting Talents, dove talento e idee si incontrano

Ospite: Elena Accorinti

START UP & HOLD ON
con Sabrina Colandrea

PODCAST

Politica e Innovazione

La transizione digitale del sistema finanziario

Ospite: Liliana Fratini Passi

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Governance Tecnologica

Il futuro della Smart Mobility

Ospite: Paola Dameri, Paolo Lanari, Paola Poli

ECOSYSTEM STORIES
con Paolo Emilio Colombo

PODCAST

Cultura e Società

Il diritto all’oblio nell’era digitale

Ospite: Claudio Sarzotti, Chiara De Robertis

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile

PODCAST

Politica e Innovazione

Il progetto BASE ITALIA: etica e futuro per il Paese

Ospite: Marco Bentivogli

OLL IN
con Lelio Borgherese