OLL IN

Cottarelli: “Io premier? Altamente improbabile. Non sono certo l’unico”

Intervista a Carlo Cottarelli

In questa puntata di Oll In, Lelio Borgherese intervista Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani.

Sulla questione del Recovery Plan, che considera una grande opportunità per il paese, Carlo Cottarelli vede luci e ombre. Bene per gli investimenti pubblici e la formazione, più carente la creazione di opportunità per investimenti privati, tenuti lontano da burocrazia e pubblica amministrazione che rallentano. Nel Recovery Plan c’è poco anche per la giustizia lenta e inefficiente.

Sul modo migliore per realizzare il Recovery Plan, Cottarelli suggerisce un organismo centrale presso la Presidenza del Consiglio che serva anche a monitorare l’avanzamento dei lavori, a cui rispondano dei referenti della pubblica amministrazione settore per settore.

 

Ascolta anche: Quando la cultura diventa Business

 

Secondo Cottarelli, la digitalizzazione è una grande opportunità ma per quel che riguarda la pubblica amministrazione, non basterebbe a risolvere i problemi. Bisogna rendere più rapidi i processi e snellire la macchina burocratica.
Sulle voci di una sua possibile nomina a presidente del Consiglio, Cottarelli risponde: “Mi sembra improbabile che mi venga conferito di nuovo un mandato per la formazione del governo come nel 2018: non sono certo l’unico papabile per quell’incarico”.

 

 

Ospite

Carlo Cottarelli

Carlo Cottarelli è il Direttore dell'Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani. Una laurea in Scienze Economiche e Bancarie all'Università di Siena e un master presso la London School of Economics. Ha lavorato nel Servizio Studi della Banca d'Italia tra il 1981 e il 1987. Successivamente, tra il 1987 e il 1988, ha lavorato presso il settore finanziario dell'Eni. L'anno successivo, nel 1988, è entrato a far parte del Fondo Monetario Internazionale dove ha rivestito diversi incarichi che lo hanno portato per più di 25 anni a Washington.   Nel 2013 è stato nominato Commissario straordinario per la Revisione della Spesa pubblica nel Governo di Letta. Nel 2014 è stato nominato direttore esecutivo nel Board del Fondo Monetario Internazionale dal Governo Renzi. Nel 2017 diventa il Direttore dell'Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani presso l'Università Cattolica di Milano. Nel 2018 riceve dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’incarico di formare un nuovo governo ma dopo due giorni rimette l’incarico a causa dei conflitti politici che hanno portato alla nascita del I Governo Conte

POTREBBERO INTERESSARTI

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore