OLL IN

Il progetto BASE ITALIA: etica e futuro per il Paese

Intervista a Marco Bentivogli

 

 

 

 

Nuova puntata di Oll In. Oggi si parla di sciopero generale, di transizione digitale, di nuove tecnologie e di Politica, con la P maiuscola, quel tipo di azione coordinata che, nonostante le derive polarizzanti di chi è sempre contro, cerca di costruire un futuro migliore per tutto il Paese.

Il nostro speaker Lelio Borgherese discute di questi temi con Marco Bentivogli, attivista, coordinatore e cofondatore di BASE ITALIA e dal 2018 componente della Commissione per una strategia Nazionale sull’Intelligenza Artificiale presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

Ascolta anche: PNRR: possibile una transizione anche sociale?

 

 

Il podcast entra subito nel vivo dell’attualità e si cercano di capire le ragioni che hanno portato allo sciopero generale, un argomento che riguarda nel concreto la vita di moltissimi cittadini. Quali sono i fattori scatenanti e cosa si cerca di ottenere? In sostanza, perché si sciopera?

 

 

Ascolta anche: Il digitale e la Pubblica Amministrazione 

 

 

Collegato alle questioni di instabilità sociale, distacco tra legislatori e popolazione e nuove possibilità offerte dal digitale, si inserisce il progetto BASE ITALIA, che viene definito dal nostro ospite Marco Bentivogli: “un’Associazione inedita che vuole combattere i banalizzatori”.

Si tratta di un team che promuove e cerca di realizzare iniziative di ricerca e di studio in materie non solo economiche e giuridiche, ma anche sociali e ambientali. Un’idea di engagement politico che non punta a distruggere una sempre diversa controparte, ma che lavora insieme oltre la frammentarietà per un futuro condiviso e innovativo.

Quali sono le proposte per il 2022?

Francesca Ponchielli

 

 

Ospite

Marco Bentivogli

Laureato a La Sapienza in Scienze Politiche e di Governo. Marco Bentivogli è stato responsabile nazionale dei Giovani dei metalmeccanici Cisl dal 2008 al 2013 e segretario generale della Federazione Italiana Metalmeccanici (FIM CISL) dal 2014 al 2020. Coordinatore e co-fondatore di BASE ITALIA, un'Associazione che propone iniziative di ricerca e realizza progetti per il Paese in tutti i settori della Politica, dal giuridico all'economico, passando per innovazione e sociale. Da 3 anni è componente della Commissione per una strategia Nazionale sull'Intelligenza Artificiale presso il Ministero dello Sviluppo Economico e del Gruppo di lavoro sull'intelligenza artificiale presso la Pontificia Accademia per la Vita. Nel 2018 ha lanciato con l’allora Ministro dello Sviluppo, Carlo Calenda, il “Piano industriale per l’Italia delle competenze” e nello stesso anno lancia con Massimo Chiriatti il Manifesto Blockchain Italia, per collegare l’utilizzo di questa nuova tecnologia alla sostenibilità, al lavoro e ai nuovi modelli produttivi. Collabora con numerosi quotidiani e riviste specializzate, tra cui Il Foglio, IlSole24ore, Il Messaggero, La Repubblica ed è autore di numerose pubblicazioni sul rapporto tra tecnologia e lavoro.

POTREBBERO INTERESSARTI

Xam Xam

Il nuovo programma di Radio Activa in collaborazione con WeAfricansUnited che viaggia alla scoperta delle innovazioni del continente africano. Un percorso che porta alla luce

Digital Tomorrow

“Digital Tomorrow” è il nuovo podcast del Registro .it, l’anagrafe dei nomi .it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del CNR di Pisa, che indaga

CIFcast

“CIFcast” è il programma di Radio Activa sulla letteratura fantascientifica tenuto da tre membri del Collettivo Italiano Fantascienza, gruppo di autori finalisti all’edizione 2017 del

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo