WOW - WOMEN ON WEB

DANIELA DAVERIO (Eolo Spa): Cosa fare per combattere il Digital Divide?

Intervista a Daniela Daverio, CEO della Service Division di EOLO Spa

 

 

Il Digital Divide si riferisce alle disuguaglianze economiche, educative e sociali tra due gruppi di persone: quelle con accesso alla rete e alle nuove tecnologie e quelle senza. Quali sono gli impatti di questo divario in Italia? Cosa si può fare per combatterlo?

Ne discutono in questa nuova puntata di WoW -Women on Web, le nostre speaker, Federica Meta e Francesca Pucci, in compagnia della CEO della Service Division di EOLO Spa, Daniela Daverio.

 

 

Il divario digitale sta diventando sempre più importante perché interessa tutti, non solo coloro che non hanno accesso alla tecnologia.

Se non è possibile analizzare nel dettaglio tutti i fattori da cui può dipendere il Digital Divide per via del loro numero, è più importante esaminare le possibili conseguenze del fenomeno.

L’argomento è complesso, ma un buon punto di partenza su cui la maggior parte degli esperti del settore concorda è pensare a Internet come a un bene comune: se accettiamo una visione simile, allora garantire a tutti un accesso libero ed equo alla rete diventa una questione politica. Ma il nostro governo è consapevole degli effetti negativi di una mancata gestione della Governance Digitale? 

 

 

Ascolta anche: Il digitale dalla parte del sociale

 

 

Pensiamoci, se Internet deve essere un bene al pari dell’acqua pubblica, occorre garantirne l’accesso alle stesse condizioni per tutti, indipendentemente dall’effettivo utilizzo che ognuno ne fa e dai benefici che possono derivare per ciascuno. Le tecnologie digitali possono essere uno strumento di rinforzo sociale se gestite nel modo adeguato. Tuttavia, le nuove potenzialità offerte dall’accesso alla rete comportano nuovi problemi sociali: coloro che sono esclusi dall’accesso a Internet o dall’utilizzo delle nuove tecnologie rimangono vittime della disuguaglianza perché non dispongono dei mezzi per partecipare attivamente alla società digitale.

 

 

Ascolta anche Noinet: Internet green, ovunque e per tutti

 

 

Il divario digitale è pericoloso perché può portare alla disuguaglianza sociale e all’isolamento.

Gli esclusi dal mondo digitale soffrono a livello socio-economico e culturale. Analizzare le conseguenze di questo fenomeno è complesso, in quanto il Digital Divide colpisce la sfera relazionale e comunitaria delle persone e il godimento di alcuni diritti inalienabili, come la libertà di espressione e un più facile accesso alle informazioni. Non solo, si pensi a tutte quelle attività che nel tempo sono state digitalizzate e che non sono possibili per chi non conosce o non ha accesso agli strumenti digitali (pagamento delle bollette, rapporti con la pubblica amministrazione, cartelle cliniche, e così via). Si tratta a tutti gli effetti di una nuova forma di disuguaglianza e di un grave fattore di discriminazione culturale ed esclusione sociale.

Il divario digitale ha il potenziale per danneggiare coloro che sono già svantaggiati perché dispongono di minori risorse economiche o culturali o perché sono vittime di disuguaglianze, minando così la possibilità di una società digitale inclusiva.

La parola chiave per affrontare questo tema sembra essere solo una: consapevolezza (da parte degli organi competenti). Noi, intanto, ne parliamo e vediamo se si smuove qualcosa.

 

Ascolta il nostro podcast: Il cooperativismo di piattaforma

Francesca Ponchielli

Ospite

Daniela Daverio

Daniela Daverio è CEO della Service Division di EOLO Spa, leader mondiale per la connettività inclusiva a banda ultraveloce. Daverio ha conseguito un master in Economia all’Università Cattolica del Sacro Cuore e ha cominciato la sua carriera nel settore delle telecomunicazioni in I.Net. Lavora per EOLO dal 2003, dove ha ricoperto i ruoli di responsabile […]

Potrebbero interessarti

PODCAST

Trasformazione digitale

Divario di genere nel settore ICT, tra stereotipi, cambi di rotta e impegno aziendale

Ospite: Cristina Zucchetti

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

C.S.I. Customer Success Italia
People

Guida al successo del cliente: il Customer Success come valore aggiunto

C.S.I. Customer Success Italia
con Francesco Acabbi, Mark Bartucca

PODCAST

insurtech
Open Innovation

Verso la creazione di un ecosistema insurtech. Il punto su Vittoria hub

Ospite: Gian Franco Baldinotti, Riccardo de Bernardinis, Matteo Campaner

L'INCREDIBILE HUB
con Sabrina Colandrea

PODCAST

Fleder è una piattaforma che ti permette di effettuare le analisi mediche comodamente a casa. Intervista all'infermiere e founder, Andrea Timolina
Health

Fleder, alla scoperta del primo ospedale digitale in Italia

Ospite: Andrea Timolina

SMASH
con Francesca Ponchielli

PODCAST

Cultura e Società

LILIA GIUGNI (University College London): La rete non ci salverà. Violenza digitale di genere e discriminazioni algoritmiche

Ospite: Lilia Giugni

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Trasformazione digitale

Insurtech or out, verso la digitalizzazione dell’Industria assicurativa

Ospite: Simone Ranucci Brandimarte

NEXT INSURANCE
con Eleonora Gallarati, Massimiliano Maggioni