STRANGER BOOKS

Editoria: behind the scenes

Come si fa un libro?

 

Un giro di vite, un giro di bozze, e piano piano il libro prende forma. Partorito dalla penna del suo autore (o più realisticamente dalla sua tastiera), il testo viene svezzato da una nutrita schiera di professionisti. Cacciatori di vedove, cecchini grammaticali, boia armati di penna rossa. E poi grafici, impaginatori, iconografi, editor, marketer… Uno squadrone compatto, unito da uno scopo alto: fare di un testo un prodotto di qualità. Un libro. 

A dividere un volume ben fatto da una copia amatoriale è lei, la progettazione editoriale. Il mestiere, che è un po’ un’arte, di scovare i difetti ed esaltare i punti di forza. Di scegliere i font giusti, gli stili, gli a capo, di garantire la correttezza e la leggibilità di un testo, senza rinunciare alla bellezza. Vestire le parole. Selezionarle. Sezionarle. Tagliare dove serve, allungare se pare il caso. Donare armonia a una composizione di parole, come si fa con un quadro o un mazzo di fiori.

 

Ascolta anche: Parliamo di editoria: libri multimediali per utenti multialfabetizzati

 

In questa puntata di Stranger Books, alcune voci del master Professione editoria cartacea e digitale dell’Università Cattolica di Milano ci danno la possibilità di entrare nel loro mondo, sbirciando dal buco della serratura. A parlare sono Chiara Bortoloni, Diletta Vignati e Giuliana Saviano, giovani professioniste del libro. Preparatissime, ma soprattutto entusiaste, motivate e innamorate della loro professione. Ci faranno da chaperon tra un giro di bozza e un “visto si stampi”. In chiusura il microfono passa a Elisa Calcagni, lessicografa e docente del master, per farci riflettere sul mestiere del redattore. Un compito non semplice se diamo ascolto a The Economist, che qualche anno fa inseriva tale professione nella top 5 dei lavori più difficili da spiegare. Ma non diciamo altro. Se siete curiosi, premete play!

Eleonora Medica

 

 

Ospite

Elisa Calcagni

Dopo la laurea in Lettere Moderne e il corso di Specialista Editoriale presso la Scuola di Editoria di Milano, Elisa Calcagni inizia la sua attività di redattrice collaborando con Donata Schiannini, con la quale fonda nel 2000 lo Studio Lemmari. Lo studio, specializzato nella progettazione e realizzazione editoriale di dizionari, lavora per i più importanti editori del settore (Garzanti, Treccani, Utet, Zanichelli). Da alcuni anni lo studio si occupa anche di editoria scolastica: in questo campo si dedica principalmente (ma non esclusivamente) alla redazione e produzione di manuali di grammatica per ogni ordine di scuola e per diverse case editrici (Mondadori Education, Pearson, Fabbri, De Agostini). Elisa Calcagni è docente, fin dalla loro fondazione, dei Master Professione Editoria e BookTelling dell'Università Cattolica di Milano; tiene il Laboratorio di Editing per la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università dal 2016.

POTREBBERO INTERESSARTI

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore

Talk About IT

Parliamo degli impatti sullo sviluppo, sulle competenze diffuse e specialistiche, sulla trasformazione della forza lavoro, sulla stessa morfologia delle città non più punto di accumulazione

Cryptovalue

Cryptovalues

Di sicuro sta riscrivendo le regole della fiducia tra persone, enti e istituzioni: è la tecnologia Blockchain, un mondo che va ben oltre i bitcoin.