Radio Activa Plus è media partner di Rome Future Week

Dall’11 al 17 settembre la prima edizione della manifestazione diffusa dedicata a futuro e Innovazione. Noi di Radio Activa Plus daremo voce ai partecipanti e apriremo le porte dei nostri studi di via Alessandro Severo 52, a Roma

 

 

Radio Activa Plus è entusiasta di annunciare la propria partecipazione come media partner ufficiale alla prima edizione della Rome Future Week. L’evento si svolgerà a Roma dall’11 al 17 settembre: centinaia di iniziative celebreranno l’animo innovativo e visionario della capitale.

La Rome Future Week è una manifestazione diffusa, organizzata dall’agenzia Scai Comunicazione, che nasce per raccontare e prevedere, attraverso quattro temi – Growth, Connections, People, Experience – il futuro di Roma. Si focalizza sull’Innovazione, la sostenibilità e la costruzione di un futuro migliore per le generazioni a venire. L’iniziativa si avvale di un ampio consorzio di partner e sponsor, tra cui istituzioni, organizzazioni non governative, imprese, università e centri di Ricerca.

Gli eventi programmati del cartellone condiviso sono circa 300, diffusi in 200 luoghi strategici di Roma. Per aiutare gli utenti a orientarsi, il team di Rome Future Week ha messo a punto una mappa interattiva, ma non è tutto. Anche il nostro primo contributo da media partner va nella direzione della semplificazione: abbiamo concepito un format – il pitchcast – della durata di un minuto per permettere agli innovatori di raccontare in modo efficace la propria iniziativa (prenotandosi qui), aiutando così i curiosi a orientarsi tra le diverse proposte.

 

 

Per approfondire, leggi anche Roma si veste di futuro: svelato il cartellone della Rome Future Week

 

 

“La partnership con Radio Activa Plus ci ha consentito di sperimentare un livello di ingaggio ulteriore con coloro che parteciperanno all’evento”, ha osservato Michele Franzese, ideatore e animatore di Rome Future Week. “La trovata dei pitchcast è una funzionalità semplice, ma al contempo molto interessante. Si tratta dell’opportunità di ascoltare dalla viva voce degli organizzatori un piccolo preambolo, un prequel di quelle che saranno poi le loro iniziative. Poter sperimentare tecnologie nuove, nuovi modi di comunicare per noi è una prerogativa. La disponibilità di Radio Activa Plus a darci man forte in questo ci ha molto soddisfatti. Siamo convinti che anche l’idea di aprire la radio all’esterno nei giorni della Rome Future Week, facendo in modo di far percepire alle persone quanto è importante il lavoro di divulgazione sui temi propri dell’Innovazione, sarà un ulteriore valore aggiunto”, ha concluso Franzese.

Ebbene sì, la nostra partnership con Rome Future Week non si esaurisce con la registrazione dei pitchcast: dal 12 al 15 settembre apriremo le porte dei nostri studi di via Alessandro Severo 52 per raccontare il percorso di Radio Activa Plus, dai nostri esordi come web radio ad oggi, e per permettere a chi lo vorrà di raccontare la propria storia innovativa ai nostri microfoni.

 

 

Ascolta anche: Coinbar porta le criptovalute nell’Economia reale

 

 

Puntiamo molto sull’iniziativa Radio Activa Plus Open Mic nell’ambito della prima edizione della manifestazione Rome Future Week”, ha commentato Sabrina Colandrea, direttrice responsabile della testata giornalistica. “La storia del progetto ‘Radio Activa’ dimostra come, procedendo per tentativi e seguitando con tenacia e continuità a informarsi prima di informare, si possa riuscire nell’intento di affermarsi come voce autorevole nel panorama dell’informazione specializzata – nel nostro caso relativa alle nuove tecnologie e al mondo dell’impresa, ma è un discorso valido in generale. Rome Future Week ci dà la possibilità di presentarci a un pubblico già attento ai temi che ci sono cari – blockchain, intelligenza artificiale, Machine Learning, realtà virtuale e aumentata, per citarne solo alcuni – e dà agli innovatori l’opportunità di raccontarsi ai nostri microfoni”.

L’Open Mic di Radio Activa Plus è a ingresso gratuito, è sufficiente prenotarsi qui.

Per maggiori informazioni sulla Rome Future Week 2023 e per tutti gli aggiornamenti riguardanti la nostra partecipazione alla manifestazione vi invitiamo a visitare il sito web ufficiale dell’evento o a consultare la nostra sezione dedicata.

Redazione

Potrebbero interessarti

PODCAST

Pornhub e il Digital Service Act: nuove regole per la tutela online
Big Data

Gli impatti del Digital Services Act. Il caso Pornhub

Ospite: Fulvio Sarzana, Marco Scialdone

A LITTLE PRIVACY, PLEASE!
con Sergio Aracu, Marco Trombadore

PODCAST

Nell'ultimo decennio, la guida autonoma ha catturato l'immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo. Un fenomeno che ha trascinato con sé promesse di maggiore sicurezza stradale, efficienza e comodità. Tuttavia, dietro questa innovazione che sembra appartenere a un futuro lontano, si cela un intricato labirinto di responsabilità legali e sfide normative che devono ancora essere affrontate e risolte. Il Professore Enrico Al Mureden, figura di spicco nel panorama giuridico e accademico italiano, ci accompagna in un viaggio attraverso i livelli della guida autonoma, svelando le complessità che circondano questo fenomeno. I Livelli della Guida Autonoma: Decifrando la Classificazione SAE Quando si parla di guida autonoma, ci si imbatte spesso nei livelli definiti dalla Society of Automotive Engineers (SAE). Questi livelli, che vanno dall'1 al 5 (con l'aggiunta del "Livello 0"), delineano il grado di automazione presente nei veicoli. Da automobili "storiche" che richiedono l'input completo del conducente (Livello 0) fino alla piena automazione senza necessità di intervento umano (Livello 5), il panorama è estremamente variegato. La Responsabilità Legale: Un Terreno Ancora Inesplorato Con l'avvento della guida autonoma, sorgono interrogativi cruciali riguardanti la responsabilità legale in caso di incidenti o malfunzionamenti dei sistemi autonomi. Chi è da ritenere responsabile in situazioni di emergenza? Il conducente? Il produttore del veicolo? O forse entrambi? Il quadro normativo attuale non offre ancora risposte esaustive a queste domande, lasciando un vuoto che deve essere colmato al più presto. Sebbene siano stati fatti passi avanti, come l'introduzione dell'articolo 34bis "Guida Autonoma", ci troviamo ancora di fronte a una fase di transizione e adattamento. L'Integrazione Tecnologica e Sociale: Una Sinergia Necessaria La guida autonoma non è solo una questione di tecnologia, ma anche di integrazione sociale e legale. È cruciale coinvolgere esperti non solo nel campo dell'ingegneria, ma anche della filosofia, sociologia e giurisprudenza per garantire un approccio olistico e sostenibile a questa rivoluzione. Il Futuro della Guida Autonoma: Oltre le Macchine Isolate È importante ricordare che la guida autonoma non esiste in un vuoto tecnologico, ma è parte integrante di un contesto più ampio. La collaborazione tra settori e la revisione delle normative sono fondamentali per garantire una transizione fluida verso un futuro in cui la guida autonoma sarà la norma piuttosto che l'eccezione. In conclusione, la guida autonoma rappresenta una delle sfide più affascinanti e complesse del nostro tempo. Tuttavia, affrontare queste sfide richiede non solo innovazione tecnologica, ma anche una profonda riflessione etica e legale. Solo integrando tutte queste componenti potremo realizzare pienamente il potenziale trasformativo della guida autonoma, garantendo nel contempo la sicurezza e la responsabilità per tutti gli attori coinvolti.
Governance tecnologica

Guida autonoma: tecnologia e responsabilità legale

Ospite: Enrico Al Mureden

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile

PODCAST

Cultura e Società

La solitudine del sopravvissuto

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

PATRIZIA RUTIGLIANO (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Donne al centro della scienza: quanto manca alla rivoluzione?
Cultura e Società

Donne al centro della Scienza: quanto manca alla rivoluzione?

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

NaN - nuovo podcast
Intelligenza artificiale

NaN – Not a Name, il nuovo podcast “esplosivo” sulle AI

NaN - Not a Name
con Michele Stingo, Enrico Iannucci