CRYPTOVALUES

Tutto sulla crypto art, l’arte digitale registrata in blockchain

Pochi giorni fa, la celebre casa d’aste Christie’s, ha debuttato nel mondo della crypto art, mettendo in vendita un’opera completamente digitale creata dal “net artist” Beeple. Le sue opere sono registrate su blockchain con un NFT (Non Fungible Token) criptato contenente la firma dell’artista. Il token serve a verificare il legittimo proprietario e l’autenticità della creazione.

In questa puntata di Cryptovalues, Federica Rocco ospita il Prof. Massimo Franceschet. Oltre ad essere docente di informatica all’università di Udine, Franceschet è anche lui un crypto artist. In questa puntata ci racconta tutti i segreti di questa nuova ed affascinante frontiera dell’arte moderna.

 

Ascolta anche: “Si accettano pagamenti in Bitcoin”. Ecco il POS della criptovaluta

 

L’avvento della blockchain, ha permesso non solo la nascita di un nuovo paradigma finanziario, ma anche di moltissime e nuove tecnologie che influenzano diversi ambiti. Uno dei vantaggi infatti, delle tecnologie in blockchain è la garanzia della tracciabilità che, in questo caso, come spiega il Prof. Franceschet, si applica anche ad una proprietà intellettuale.

“In questo caso, il collezionista acquista l’NFT ma non la proprietà intellettuale che resta all’artista.- Spiega Massimo Franceschet -Ciò che differenzia la crypto art dagli altri tipi di arte è l’immaterialità del bene. Corpo mistico e corpo meccanico convivono in un file astratto”.

 

Luisa Vittoria Amen

 

 



Ospite

Massimo Franceschet

Professore Associato in Informatica presso l’Università di Udine dal 2016. Con il nome d’arte hex6c è tra i primi crypto artist in Italia e nel mondo. Crea le sue opere principalmente con Processing, un linguaggio di programmazione usato nel contesto delle arti visive. Le sue opere d’arte digitali sono rappresentate da non-fungible token (NFT) sulle gallerie SuperRare, KnownOrigin, Async e MakersPlace. E' consulente scientifico di Museum of Contemporary Digital Art, una piattaforma museale dedicata alla scoperta e all’esperienza dell’arte digitale contemporanea e alla creazione di una piattaforma basata su blockchain per artisti, collezionisti e istituzioni.

POTREBBERO INTERESSARTI

SMART, TECH & GREEN

Avete presente quella leggenda che dice che usiamo solo il 20% del nostro cervello? Ecco, non è vera, lo usiamo tutto. Ora che lo sappiamo

WoW – Women on Web

Women on web (WOW) è un progetto che ambisce a raccontare le capacità, il talento e l’impegno delle donne in un settore ad alto valore

Talk About IT

Parliamo degli impatti sullo sviluppo, sulle competenze diffuse e specialistiche, sulla trasformazione della forza lavoro, sulla stessa morfologia delle città non più punto di accumulazione

Cryptovalue

Cryptovalues

Di sicuro sta riscrivendo le regole della fiducia tra persone, enti e istituzioni: è la tecnologia Blockchain, un mondo che va ben oltre i bitcoin.