Real Estate: Hubique presenta l’app che accelera le compravendite grazie alla tecnologia

HUB Agency è la nuova app di Hubique che permette di risparmiare tempo e budget per la ricerca e compravendita di un immobile, migliorando profilazione ed esperienza dei clienti

 

 

Il tempo nel settore immobiliare è una risorsa preziosa e spesso la ricerca della casa perfetta si trasforma in una lunga odissea.

Secondo una recente ricerca, la casa perfetta si trova al 10° appuntamento, con tempistiche che possono raggiungere anche i tre-sei mesi di attesa e, nel mezzo, appuntamenti frustranti che non soddisfano le esigenze e il budget.

Hubique è una startup innovativa in forte crescita, che ha appena chiuso un aumento di capitale per allargare la compagine azionaria, cui hanno partecipato Business Angel, manager di spicco del settore a titolo personale e Digital Magics, il più importante acceleratore di startup italiano, già socio di questa nuova realtà, che si appresta a innalzare il concetto di PropTech ai massimi livelli.

 

 

Ascolta anche: Digital Magics, l’Italia che non si ferma 

 

 

“Da parecchio tempo, e ancor di più in questo periodo di flessione del mercato, il Real Estate paga il conto di un modello di business obsoleto”, spiega Stefano Nicotra, AD di Hubique. E aggiunge: “Gli agenti immobiliari si barcamenano tra la costante ricerca di nuovi clienti e la difficoltà di profilarli correttamente, scontrandosi con la lentezza di acquisizione dei mandati e di conversione. Quanti appuntamenti servono per profilare correttamente un cliente? Quante foto rappresentano realmente l’immobile da inserzionare? Quanti appartamenti si presentano disordinati e molto difficili da rappresentare? Quanto tempo è necessario per produrre un annuncio in grado di ottenere un buon posizionamento online?”.

Come velocizzare, quindi, tutti questi processi, ottimizzare gli annunci, liberando tempo prezioso per l’agente immobiliare, che potrà così concentrarsi sull’aspetto chiave della compravendita, ovvero la relazione umana, elevando la qualità del servizio offerto?

 

 

Leggi anche: Hubique, la startup che rivoluziona il modo di vendere e comprare casa

 

 

Per rispondere a queste domande, cruciali per il settore, Hubique, parte del gruppo F. G. Invest di Alessandro Gatti, già Presidente di Rehalta e Vice Presidente del Gruppo Immobiliare Gabetti, ha sviluppato HUB Agency.

Questa applicazione innovativa si aggiunge ai servizi di marketing avanzato, veri e propri acceleratori delle vendite, che l’azienda fornisce ai developer, e consentirà di creare soluzioni digitali utilizzando AI, AR e VR per le agenzie immobiliari. Racconta Nicotra:

In un mercato sempre più competitivo, la tipologia dell’annuncio e la qualità delle foto sono cruciali, per questo HUB Agency aumenta la qualità rappresentativa degli annunci trasformando le foto con i propri algoritmi di intelligenza artificiale e rendendole più accattivanti e in linea con i trend attuali del mercato. Attraverso l’Home Staging in tempo reale è in grado di elaborare proposte alternative di arredo, per far sì che il futuro acquirente possa vivere in anteprima un possibile re-styling della casa. Tramite l’applicazione si possono creare video showreel, utilizzando le immagini presenti all’interno dell’annuncio, e realizzare il miglior testo descrittivo in grado di catturare il target di riferimento, grazie all’intervento dell’AI”.

 

 

Leggi anche: Simplex Domus riscrive l’acquisto immobiliare con le aste online

 

 

Le compravendite spesso subiscono un rallentamento anche a causa di rilievi planimetrici difformi che si trasformano in contestazioni in fase di rogito. La realtà aumentata dell’applicazione HUB Agency consente di effettuare rilievi precisi dello stato di fatto delle unità immobiliari in tempo reale, ottenendo una planimetria quotata e tutte le verifiche di conformità necessarie. Per ottimizzare le tempistiche degli appuntamenti e migliorare la profilazione e l’esperienza dei clienti, infine, entra in soccorso la realtà virtuale, grazie alla quale i potenziali acquirenti potranno entrare nelle abitazioni, restando comodamente seduti sul divano di casa.

HUB Agency, a partire da gennaio 2024, si arricchirà di nuove funzionalità, consolidando il suo ruolo di innovatore nel settore immobiliare. L’obiettivo è elevare il valore delle esperienze di compravendita, offrendo soluzioni avanzate e anticipando le esigenze del mercato. “Il futuro del Real Estate è qui e Hubique è pronto a guidarne la trasformazione”, conclude l’AD di Hubique.

Redazione

Potrebbero interessarti

PODCAST

Pornhub e il Digital Service Act: nuove regole per la tutela online
Big Data

Gli impatti del Digital Services Act. Il caso Pornhub

Ospite: Fulvio Sarzana, Marco Scialdone

A LITTLE PRIVACY, PLEASE!
con Sergio Aracu, Marco Trombadore

PODCAST

Nell'ultimo decennio, la guida autonoma ha catturato l'immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo. Un fenomeno che ha trascinato con sé promesse di maggiore sicurezza stradale, efficienza e comodità. Tuttavia, dietro questa innovazione che sembra appartenere a un futuro lontano, si cela un intricato labirinto di responsabilità legali e sfide normative che devono ancora essere affrontate e risolte. Il Professore Enrico Al Mureden, figura di spicco nel panorama giuridico e accademico italiano, ci accompagna in un viaggio attraverso i livelli della guida autonoma, svelando le complessità che circondano questo fenomeno. I Livelli della Guida Autonoma: Decifrando la Classificazione SAE Quando si parla di guida autonoma, ci si imbatte spesso nei livelli definiti dalla Society of Automotive Engineers (SAE). Questi livelli, che vanno dall'1 al 5 (con l'aggiunta del "Livello 0"), delineano il grado di automazione presente nei veicoli. Da automobili "storiche" che richiedono l'input completo del conducente (Livello 0) fino alla piena automazione senza necessità di intervento umano (Livello 5), il panorama è estremamente variegato. La Responsabilità Legale: Un Terreno Ancora Inesplorato Con l'avvento della guida autonoma, sorgono interrogativi cruciali riguardanti la responsabilità legale in caso di incidenti o malfunzionamenti dei sistemi autonomi. Chi è da ritenere responsabile in situazioni di emergenza? Il conducente? Il produttore del veicolo? O forse entrambi? Il quadro normativo attuale non offre ancora risposte esaustive a queste domande, lasciando un vuoto che deve essere colmato al più presto. Sebbene siano stati fatti passi avanti, come l'introduzione dell'articolo 34bis "Guida Autonoma", ci troviamo ancora di fronte a una fase di transizione e adattamento. L'Integrazione Tecnologica e Sociale: Una Sinergia Necessaria La guida autonoma non è solo una questione di tecnologia, ma anche di integrazione sociale e legale. È cruciale coinvolgere esperti non solo nel campo dell'ingegneria, ma anche della filosofia, sociologia e giurisprudenza per garantire un approccio olistico e sostenibile a questa rivoluzione. Il Futuro della Guida Autonoma: Oltre le Macchine Isolate È importante ricordare che la guida autonoma non esiste in un vuoto tecnologico, ma è parte integrante di un contesto più ampio. La collaborazione tra settori e la revisione delle normative sono fondamentali per garantire una transizione fluida verso un futuro in cui la guida autonoma sarà la norma piuttosto che l'eccezione. In conclusione, la guida autonoma rappresenta una delle sfide più affascinanti e complesse del nostro tempo. Tuttavia, affrontare queste sfide richiede non solo innovazione tecnologica, ma anche una profonda riflessione etica e legale. Solo integrando tutte queste componenti potremo realizzare pienamente il potenziale trasformativo della guida autonoma, garantendo nel contempo la sicurezza e la responsabilità per tutti gli attori coinvolti.
Governance tecnologica

Guida autonoma: tecnologia e responsabilità legale

Ospite: Enrico Al Mureden

LEGALTECH SHOW
con Silvano Lorusso, Nicolino Gentile

PODCAST

Cultura e Società

La solitudine del sopravvissuto

CIFcast
con Lorenzo Davia, Damiano Lotto, Emiliano Maramonte

PODCAST

Patrizia Rutigliano (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile
Cultura e Società

PATRIZIA RUTIGLIANO (Poste Italiane): una transizione ecologica equa è possibile

Ospite: Patrizia Rutigliano

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

Donne al centro della scienza: quanto manca alla rivoluzione?
Cultura e Società

Donne al centro della Scienza: quanto manca alla rivoluzione?

WOW - WOMEN ON WEB
con Federica Meta, Francesca Pucci

PODCAST

NaN - nuovo podcast
Intelligenza artificiale

NaN – Not a Name, il nuovo podcast “esplosivo” sulle AI

NaN - Not a Name
con Michele Stingo, Enrico Iannucci